Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dopo 10 anni lascia il commissariato "Frontiera", Castelli: "Si continuerà sulla strada della legalità"

Il vice questore, dopo le tantissime e delicate operazioni realizzate a Porto Empedocle, è stato trasferito a Canicattì

 

Dopo 10 anni alla guida del commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle e dopo aver messo a segno decine e decine di delicate operazioni contro la criminalità organizzata, lo spaccio di stupefacenti e il “giro” di armi, il vice questore Cesare Castelli lascia. Da lunedì sarà al comando del commissariato di Canicattì: prende il posto che è stato del vice questore Valerio Saitta, in quiescenza già dallo scorso primo maggio. E’ questo uno dei “movimenti” più importanti all’interno della Questura di Agrigento.

E' tempo di rotazione di dirigenti in Questura  

"E' stato un periodo intenso di lavoro e devo confessare che lasciare questo ufficio dove ho messo il cuore mi provoca un po' di amarezza - ha detto ai microfoni di AgrigentoNotizie il vice questore Cesare Castelli - . Chi mi sostituirà saprà continuare il percorso di assoluta legalità. Porto Empedocle sta vivendo un momento di difficoltà, ma con l'aiuto di tutti si potrà continuare sulla strada di legalità". 

Il vice questore Cesare Castelli per quasi tre anni, era il 2 settembre del 2005 quando si insediava, è stato alla guida del commissariato di Palma di Montechiaro e poi il 13 marzo del 2008 è stato trasferito in un’altra delicata realtà: Porto Empedocle. Innumerevoli le operazioni che sono state realizzate dal commissariato “Frontiera” nel corso di questi ultimi 10 anni: “Lanos”, “Red scorpion”, “Express courier”, "Supermarket", “La nuova cupola” che venne realizzata assieme alla Squadra Mobile, “Subutex”.

Ma il commissariato “Frontiera”, sotto la guida del vice questore Cesare Castelli, si è occupato anche di uno dei fatti più efferati ed eclatanti commesso a Porto Empedocle: l’omicidio Adorno. Di fatto, nell’ultimo decennio, a Porto Empedocle sono state arrestate complessivamente circa 400 persone e ci sono stati almeno 150 denunciati all’anno.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento