Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Zero luminarie e simboli di festa: non è Natale in via Atenea, dilaga lo sconforto fra gli agrigentini

La maggior parte dei cittadini grida allo scandalo e accusa l'amministrazione, ma c'è anche chi giustifica tutto con la mancanza di risorse

 

Centro città senza decorazioni di Natale a dieci giorni esatti dalla vigilia, cosa ne pensano i cittadini? Questa mattina, AgrigentoNotizie è andata in via Atenea, quello che fu il cuore commerciale del centro storico dove ancora, non c'è traccia dell'Avvento. Niente luminarie, niente festoni, niente di niente.

Il Natale che non c'è: centro città senza luminarie

Certo, il Natale arriverà, nel senso che, come è noto, il Parco archeologico sta provvedendo a pagare gli archi luminosi per gran parte del centro città e a breve l'Accademia di belle arti donerà un presepe per Porta di Ponte, ma molti cittadini sottolineano sia il ritardo nel creare l'atmosfera così come non è possibile che solo alle porte del Natale si possa pensare di abbellire la città. Particolarmente critici sono i commercianti, i quali avevano pure proposto all'amministrazione comunale di partecipare alle spese nella misura di un quarto del totale, a patto che il resto fosse anticipato dal Comune, magari con un impegno diretto proveniente dalle tasche degli amministratori.

Mancano le luminarie, commercianti contro l'amministrazione

E se c'è chi "giustifica" l'attuale situazione collegandola all'assenza di risorse economiche, c'è anche chi, come l'associazione "Agrigento punto e a capo" torna a sventolare una vecchia battaglia, quella per far tornare al Municipio il diritto sull'utilizzo delle somme provenienti dal 30% dello sbigliettamento della Valle dei Templi. "Non è possibile - dicono - che si debba restare ad attendere l'elemosina da parte della Valle, siamo anche noi la 'città dei Templi'".

L'associazione "Agrigento punto e a capo": "Venga rivendicata la quota dei biglietti d'ingresso alla Valle"

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento