Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Lavori in corso in contrada Petrusa: la consegna del nuovo ponte è prevista entro la fine dell'anno

La tecnica costruttiva del nuovo ponte, che sarà anche illuminato, secondo Anas lo rende più sicuro e più longevo rispetto al precedente

 

Proseguono i lavori in contrada Petrusa per la realizzazione dell’omonimo viadotto della strada statale 122 “Agrigentina” che collega la città dei Templi e Favara. In questi giorni, operai e mezzi della “Petrusa” Srl, ditta esecutrice dei lavori, stanno demolendo quello che rimane del vecchio viadotto. Il nuovo ponte a struttura mista: acciaio, calcestruzzo e cemento armato sarà lungo 120 metri e largo 13 metri e 20 centimetri.

Tre saranno le campate, a differenza del vecchio viadotto che ne aveva 5. Secondo le previsioni di Anas, entro il prossimo mese di settembre, le due pile, ovvero i grossi pilastri in cemento armato e le sponde, per intenderci gli  appoggi laterali su cui si incastrerà il viadotto, dovrebbero essere pronti, entro il 31 dicembre di quest’anno invece è prevista la chiusura definitiva dei lavori, il cui importo complessivo è di circa 2 milioni 136 mila euro. Il nuovo ponte “Petrusa”, secondo quanto riferitoci dai dirigenti ANAS, sarà dotato di illuminazione e le moderne tecniche impiegate, non solo lo renderanno più sicuro ma richiederanno anche un numero inferiore di interventi di manutenzione. Tra i vantaggi del sistema misto, ci sarebbe anche la garanzia di  una durata maggiore della vita stessa del viadotto e, in questo caso, la minore invasività sul fiume sottostante, avendo il nuovo viadotto meno pile rispetto al vecchio. Circostaza quest’ultima che diminuisce l’effetto diga sul corso d’acqua. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento