I calciatori del Ravanusa si ritrovano dopo 40 anni: è grande festa

Gli assessori comunali Guido Muratore e Lisa Alaimo hanno salutato gli ex atleti donando un targa ricordo, sigillando ancora una volta il legame tra la città e chi l'ha portata alla ribalta nazionale 

Si sono ritrovati dopo 40 anni i calciatori che hanno militato nel Ravanusa Calcio negli anni ’70 – ’80. A Ravanusa, lungo corso della Repubblica, le “vecchie glorie”, amici e compagni di squadra di un tempo ormai lontano, si sono riabbracciate facendo memoria del passato e raccontandosi le storie del prosieguo della loro vita. Gli ex atleti hanno incontrato la gente e non sono mancati anche alcuni tifosi di allora.  Ad accoglierli anche le istituzioni, rappresentate dagli assessori comunali Guido Muratore e Lisa Alaimo che hanno salutato i calciatori donando un targa ricordo, sigillando ancora una volta il legame tra la città di Ravanusa e chi, grazie alla passione per il calcio, l'ha portata alla ribalta nazionale. 

"Sono contento che tutti i protagonisti di quelle indimenticabili e gloriose stagioni hanno accolto l’invito a partecipare – spiega Michele Belfiore (calciatore) – . Una bella e gioiosa rimpatriata tra vecchi amici con cui abbiamo condiviso la stessa maglia 'bianco-rossa' negli anni più belli, calcisticamente parlando, della nostra vita, una grande emozione per tutti noi ritrovarsi dopo tanto tempo. Ci siamo rivisti un po’ più grandi e maturi, sono emersi i ricordi e le emozioni di quei risultati conquistati sul campo e anche delle sconfitte che ci hanno lasciato in quel periodo un boccone amaro. Un pensiero è stato rivolto anche a chi non ha potuto partecipare per diversi motivi a questo raduno, ma il pensiero e l’abbraccio più grande lo abbiamo rivolto, con commozione, a chi non è più fra noi. Davvero un bellissimo incontro, vissuto nella piena gioia, con la speranza e l’augurio di rincontrarci presto nell’amicizia che ci lega".

Hanno partecipato a questa "reunion", come si vede dalla foto, (in piedi da sinistra): Mattina, Fusca, Sedino (massaggiatore), Giarrana, Mocciaro, Vitale (vice allenatore), Milazzo, Carmina, Lo Grasso, Romeo, Hamel, Catania, Sangiorgio, Daquino, DeMaria, Belfiore. Seduti da sinistra: Gottuso, Amato, Lupò, Muscio, Pavano, Bucchieri, Conti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra essi, ci sono anche i campioni che il 30 giugno 1979 nella finale di Camaiore (Toscana) hanno vinto la Coppa Italia dilettanti. Quella squadra era stata formata dal presidente Salvatore Lauricella con l'obiettivo di vincere. Una rosa di calciatori di alto livello, allenata dal grande mister Carlo Baio, campioni dentro e fuori dal campo, che ha regalato tanti trionfi ed emozioni ai tifosi ravanusani. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento