Kickboxing, il coraggio non basta: la licatese Gloria Peritore ko in Giappone

L'atleta: "Avrei voluto regalare un sorriso alla mia nazione in un momento così duro. Ho preso un colpo che mi ha stordita prima di prenderla in clinch, che mi ha rallentata"

Gloria Peritore

La licatese Gloria Peritore perde il suo incontro di kickboxing. L’atleta, volata in Giappone, è salita sul ring con tutte le buone intenzioni. Dopo una severa preparazione, Gloria Peritore, ha incontrato un’avversaria più che mai battagliera. Il ring ha dato ragione al’atleta di casa.

"Un brutto sogno, ecco cosa è stato per me. Ci ho provato, lo volevo con tutta me stessa, è due mesi che mi preparo al massimo, ho fatto di tutto per portare a casa la vittoria. Mi dispiace - dice Gloria sulla sua pagina Facebook. Avrei voluto regalare un sorriso alla mia nazione in un momento così duro. Ho preso un colpo che mi ha stordita prima di prenderla in clinch, che mi ha rallentata, da quel momento non mi ricordo niente. Ho pagato caro l’errore, ma vado avanti, senza rimpianti. Ho fatto di tutto per essere qui, perchè é a questi livelli che voglio combattere. E so che più il palcoscenico è importante, più il rischio sale, e il ring non fa sconti. Questo ring poi, ancora meno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A sostenere l'atleta, anche il deputato regionale, Carmelo Pullara. " Nonostante il non raggiungimento dell’obiettivo prefissato vorrei fare i miei complimenti alla campionessa licatese di  Kick Boxing Gloria Peritore punta di orgoglio sempre della nostra terra. I complimenti-dichiara Pullara-di solito sarebbero piovuti in caso di vittoria ma io preferisco farli soprattutto in questo caso  poiché Gloria Peritore è figlia della nostra terra e ha sempre portato in alto il nome della città di Licata raggiungendo traguardi e vittorie  importanti . La forza di una persona è il risultato di quello che ha superato e i miei complimenti oggi vanno più che mai alla campionessa licatese per la sua determinazione e bravura e perché in Giappone ,a Tokio, ha portato il coraggio e l'orgoglio dell'Italia in un momento difficile come questo per la nostra nazione. Sicuramente - conclude Pullara - essere arrivati in finale rappresenta per la campionessa licatese  una grande vittoria e un grande traguardo raggiunto, ma soprattutto un nuovo punto di partenza da cui ripartire con più slancio e vigore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

  • Spettacolo non autorizzato, movida e assembramenti: denunciato titolare di pub

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento