We Are Fortitudo, il play De Nicolao: "Gli agrigentini sono speciali davvero"

Il regista della Moncada è un figlio ed un fratello d'arte. Microfoni aperti per uno dei giocatori più talentuosi del campionato

Giovanni De Nicolao

Giovanni De Nicolao, play maker della Fortitudo Agrigento, si è raccontato all’interno di una rubrica biancazzurra. Il giocatore della Moncada ha parlato del suo rapporto con agrigentini, ma anche del suo futuro e della sua voglia di allenare. "Mi piacerebbe allenare in un futuro, non so dove se qua o in America, oppure mi piacerebbe aprire una palestra ma non ne sono ancora sicurissimo. Vedremo". Giovanni, figlio e fratello d'arte, porta con sè un'eredità davvero pesante. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Essere un De Nicolao? Mi rende molto fiero, e mi spinge a dare sempre il massimo di me.  Mi fa anche capire che in ogni cosa che faccio rappresento non solo me stesso ma anche la mia famiglia". E sul rapporto con Agrigento e gli agrigentini, De Nicolao parla così: 
"Personalmente mi sono trovato molto bene sin dall’inizio con tutti. Le persone qua sono molto calorose e se possono ti aiutano in qualsiasi cosa. Amo il mare quindi una città così sulla costa è semplicemente affascinante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento