Campionati di nuoto, due giovanissime sul podio: sono Sollano e Celauro

Le gare si sono disputate all'interno delle piscina olimpica di Palermo

Domenica 19 maggio 2019 si é svolta la semifinale per la Sicilia occidentale del campionato d'eccellenza organizzato dalla Fin, l'evento si è svolto all'interno della piscina olimpica di Palermo. 

Le atlete qualificate per questa semifinale sono Sara Sollano e  Giuseppina Elisa Celauro, tesserate con la Swimpower di Bagheria e allenate da Marta e Pasquale Spataro, presso la piscina coperta dell'hotel Tre Torri.

Sara Sollano ha 6 anni, categoria Esordienti. La giovanissima ha conquistato il bronzo nei 25 stile libero con il tempo di 24.30 migliorando il suo precedente. Quarta ad un soffio dal podio nei 25 Farfalla con il tempo di 31.60, confermando il suo stato di forma che dura da un anno.

Giuseppina Celauro del 2006 cat. I ragazzi, anche lei ha fatto il suo dovere confermando i suoi tempi personali sia nei 50 Rana che nei 50 Stile libero.

I presidenti Amelia Roberta Pecorilla della Kolymbetra Nuoto e Michele Liga della Swimpower, "ringraziamo le atlete per il loro impegno costante negli allenamenti e i tecnici Fin Marta e Pasquale Spataro per il lavoro svolto con dedizione e impegno. Il gruppo della scuola nuoto Kolymbetra cresce di giorno in giorno, si prevede un futuro ricco di novità".

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

  • Difese immunitarie: come migliorarle con rimedi naturali

  • Come proteggere le nostre case dalle zanzare con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

  • Auto travolge un ciclista, 51enne muore dopo l'incidente sulla statale Licata-Ravanusa

  • Si sfonda il tetto e il muratore precipita, grave trauma cranico: la prognosi sulla vita è riservata

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento