Piero Macedonio sbatte la porta: "Addio Forza Italia"

Sabato convocata una conferenza stampa per motivare la scelta che però appare già dovuta a frizioni con il commissario regionale Micciché

L'annuncio sorprende poco, perché la voce girava già da alcuni giorni, ma il "botto", in un momento politico assolutamente stagnante lo si sente tutto. Piero Macedonio, attuale presidente provinciale del partito, ha lasciato Forza Italia. Le motivazioni, spiega il già presidente del Patto per il Territorio, ex assessore provinciale e vice sindaco di Agrigento, già inserite in una lettera di commiato, saranno esposte durante una conferenza stampa.

Unico dettaglio che trapela attualmente è che il gesto sia stato fatto in segno di protesta, perché Macedonio sarebbe in contrasto con "la linea politica del commissario regionale di Forza Italia, Gianfranco Miccichè". Una rottura anche questa non particolarmente clamorosa - e forse nemmeno pienamente reale - che fa eco alle fronde sorte in questi mesi dentro il partito di Berlusconi, con il deputato regionale agrigentino Riccardo Gallo che aveva capeggiato per poche settimane una delegazione di parlamentari che, appunto, si erano posti in aperta rottura con il coordinatore Micciché. 

Che sia in opera una mossa di "smarcatura" dal partito in vista delle Europee e delle verosimilmente successive Provinciali è da capire, ma è certo che in un momento di profonda stagnazione del partito in molti sembrano pronti ad abbracciare l'antico proverbio siciliano secondo cui ogni cambiamento è un giovamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento