Elezioni, dalla Lega Nord con furore: Marcolin candidato sindaco di Agrigento

Cinquantasette anni, nato a Montebelluna, in provincia di Treviso, attuale deputato nazionale della Lega Nord e già sindaco di Cornuda. E' stato lui stesso ad ufficializzare la volontà di scendere in campo per la Città dei Templi

Marco Marcolin

La data delle elezioni è ancora incerta; i "big" della politica restano silenti. Eppure la città di Agrigento continua ad incassare le ufficializzazioni di nuove candidature a sindaco. Dopo l'irriducibile Peppe Di Rosa, l'avvocato Enzo Campo, l'ex consigliere e assessore comunale Andrea Cirino, il ristoratore Giovanni Catalano e Michele Nantele, ecco che arriva una nuova e inaspettata candidatura: quella di Marco Marcolin, 57anni, nato a Montebelluna, in provincia di Treviso, sposato, padre di due figli, attuale deputato nazionale della Lega Nord e già sindaco di Cornuda. E' stato lui stesso ad ufficializzare oggi la volontà di scendere in campo per la Città dei Templi. 

- Lo abbiamo intervistato, chiedendogli innanzitutto: perché candidarsi ad Agrigento?
"Sono stato sindaco e poi sono diventato deputato. Ho visto cos'è la politica e ho capito che mi piace molto di più fare l'amministratore. Ho voglia di tornare a farlo, con una città importante. Ho parecchi amici ad Agrigento e scherzosamente si è sempre parlato della possibilità di candidarmi. Poi, da un anno a questa parte, il discorso si è fatto abbastanza insistente. Oggi potrei rompere gli indugi: non è più un gioco. Credo che, se le cose andranno per come penso vadano, mi candiderò a sindaco di Agrigento". 

- Certo, da Treviso ad Agrigento è un bel viaggio. Realtà diverse, distanti tra loro in tanti aspetti…
"Conosco in parte la realtà di Agrigento, vengo spesso per trascorrere le vacanze. Ma voglio conoscerla meglio con gli agrigentini: vorrei imparare da loro ed io credo di poter dare un qualcosa di diverso. I principali temi della Lega, com'è noto, sono sicurezza, immigrazione, lavoro, salvaguardia del territorio, valorizzazione delle strutture e di quella meravigliosa Valle che tutti ci invidiano nel mondo. Obiettivi che voglio raggiungere per gli agrigentini. Vorrei impegnarmi in questo".

- Quali saranno, quindi, i prossimi passi del candidato Marcolin?
"Sicuramente a breve verrò ad Agrigento con Flavio Tosi e Matteo Salvini. Vorrei scendere in campo con una lista civica in assoluta contrapposizione al ministro Angelino Alfano: siamo contrari alla politica che ha fatto su Agrigento. Creeremo le alleanze adeguate per giocarcela. Anche perché se vengo giù lo faccio per vincere, mica per altro...".

- Si è informato sulle priorità e le necessità di Agrigento?
"Innanzitutto c'è quel litorale da mettere a posto, se vogliamo davvero vivere di turismo. Si devono guardare gli interessi dei cittadini. Come, anche, per il rigassificatore: se i cittadini non lo vogliono, non va fatto. Io credo fermamente nel cambiamento: non verrò giù per dare consigli, ma per dare l'esempio. Credo che sia il nodo focale. Vorrei dare l’esempio di una persona che vuole integrarsi nella comunità di Agrigento con gli agrigentini e quindi farne parte in pieno. E loro saranno partecipi perché mi faranno conoscere le loro tradizioni, la loro cultura, e mi permetteranno così di rispettarla nel modo in cui ho sempre fatto politica".

- Non crede che sarà dura candidarsi nella città del ministro Alfano?
"E perché? È una persona come le altre. Ha le sue idee che io rispetto, ma non condivido. Poi, sa, nella vita non si sa mica mai. Potrebbe essere che Alfano modifichi il suo percorso … Sicuramente non devo dire io chi è Angelino Alfano. Io sono abituato a prendermi le responsabilità: se sbaglio chiedo scusa, se faccio bene mi prenderò le responsabilità". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • Avatar anonimo di Gerlando
    Gerlando

    Agrigento è sempre più invasa dagli extracomunitari, purtroppo non è accoglienza ma bensì speculazione, comunità e cooperative per minori non accompagnati e centri sprar per richiedenti asilo politico nascono come fungi. Molte delle strutture dove vengono accolti non sono idonee, questa non idoneità è dichiarata dalle stesse prefetture e dai comuni dove sorgono tali comunità, anche dove vengono rispettate le indicazioni strutturali delle strutture ricettive la sovrappopolazione delle stesse ed una pressoché totale assenza di gestione delle stesse rende ingestibile la situazione. Ogni appartamento che sia esso una bettola o meno viene utilizzato da “buoni samaritani” per mettere qualche mobile scadente, e presentarsi per accogliere il flusso immenso di immigrati che arriva costantemente. Tutto perché dietro ci sono soldi che fanno gola a tutti, tutti ponti ad accogliere dietro lauto compenso ma ben lontani poi da vivere nelle strutture ricettive dove sorgono le comunità, una capatina ogni tanto per vedere come va, per chi si degna di farlo, ma la sera tutti a casa perché si deve vivere sereni. Questo sovraffollamento sta rendendo sempre più difficili i rapporti tra le comunità e la popolazione che ci vive vicino, non perché si è diventati tutto ad un tratto razzisti ma perché non è sopportatile tutto ciò, con un vicino Agrigentino rumoroso si ci può arrabbiare e pretendere il giusto silenzio, con gli abitanti di una comunità no, perché sono disagiati e chi si lamenta è razzista, la famiglia standard è composta da 4 persone, le comunità sono frequentate da decine di persone per ogni appartamento. Per chi pensa che tali comunità non gravino sul bilancio comunale o regionale e siano tutte cose pagate dalla comunità europea dico loro di andare a controllare i bilanci di comuni e regioni e vedere di che cifre si parla e da dove provengono. Ora sicuramente qualcuno dirà che non è cosi, che sono razzista, che queste comunità fanno del bene, che portare centinaia di migliaia di persone alle quali non si garantisce nulla se non una lunga permanenza in comunità sia una cosa giusta, tanto è giusta che appena gli immigrati hanno i documenti pronti scappano dalle comunità, per riversarsi nelle strade in cerca di fortuna, ed in questo periodo trovare la “fortuna” non è facile. I nostri politici non fanno nulla perché questa situazione a loro conviene, a chi non vive sulla propria pelle tali situazioni e facile essere accoglienti con il culo degli altri, perché non fare in modo per chi è realmente “buon samaritano” di accoglie presso la propria abitazione, dove vive con la propria famiglia, gli extracomunitari dando la giusta accoglienza e garantendo il giusto modo di vivere, almeno sarebbero soldi spesi meglio, invece no, tutto deve cadere sulle spalle della cittadinanza che vive questi problemi, cosa porterà tutto ciò? Facile, una volta stanchi si diventerà prima intolleranti e poi razzisti, e si vedranno le stesse scene che si vedono in altre città. Al momento si sta gestendo il problema senza un senso ne logico ne strutturale, tutti dentro e poi si vede, ci vorrebbero politici che non pensino ai milioni di euro che girano dietro questi centri (gli scandali di roma fanno capire chi e come vengono gestiti) ma che pensino alla tutela del proprio territorio e delle persone che ci vivono giornalmente, ma noi siamo siciliani non nordici!!!  

  • Avatar anonimo di Marcello
    Marcello

    Sono da Cornuda, lo abbiamo avuto come sindaco per un po' di tempo. Votatevelo e tenetevelo laggiu'. Qui siamo contenti anche senza di lui. Non state facendo un gran acquisto....

  • Avatar anonimo di paolo baeri
    paolo baeri

    per vedere se è adatto a fare il sindaco ad agrigento lo metterei alla prova inviando a casa sua una ventina di siriani!

  • Avatar anonimo di calogero
    calogero

    cari paesani come dice un vecchio proverbio (chiu' scuru di mezzanotti un po fari) quindi non abbiamo piu' niente da perdere proviamo questo della lega di certo piu' male degli altri non puo' fare. io lo voto e ho fiducia nella persona di matteo salvini

  • Avatar anonimo di Francesco
    Francesco

    Sentite....Sentite....come si chiama ? MARCO.......Un nome una garanzia?....Lei sigr. Marcolin si faccia la sua legislatura a CORNUDA........NOI non abbiamo bisogno di gente che ci declassa, ci denigra, e perchè no, "ci odia"...Noi che abbiamo fatto, al nord, la rivoluzione industriale non abbiamo bisogno di Voi....abbiamo bisogno solo di prendere coscienza e chiamare alla guida la persona che abbia scolpito nel cuore l'interesse per Agrigento e i suoi abitanti........

  • Avatar anonimo di giuseppe
    giuseppe

    Anch'io lo voterei... ma prima di far ciò invito tutti gli agrigentini a cercare e ricercare su internet quotidiani e riviste l'operato di quest'uomo . A tal proposito vi posto un link del suo profilo sul sito del parlamento e vi invito un attimo a leggere il suo comportamento nelle votazioni parlamentari.. mi astengo dal commentare perchè ancoranon ho studiato bene questa persona : http://parlamento17.openpolis.it/parlamentare/marcolin-marco/165485

  • Quando verrà a fare i comizi in piazza come inizierà i suoi discorsi? Con il proverbiale " Cittadine e Cittadini " o comincerà con " Terun " ?

  • Avatar anonimo di salvatore
    salvatore

    beh adesso e' l'ora della verita'...io lo voto sara' sicuramente meglio di tutta la cozzaglia clientelare che ancora ci padroneggia

  • Avatar anonimo di simone
    simone

    Beh finalmente qualcuno del nord si è interessato alla nostra realtà, abituato all ordine e alla pulizia delle città che amministra spero che lo metta al primo posto educando la gente ad usare i cestini ed alla raccolta differenziata, ha esordito parlando di turismo con due punti fondamentali per la nostra città, valle e litorale...a mio avviso fin ora abbiamo avuto solo amministratori agrigentini ed hanno fatto solo disastri affossandoci ancor di più, mettendo gli interessi personali davanti agli interessi collettivi. ..a mio avviso, non essendo un fan della Lega, ma ultimamente condivido alcuni dei loro pensieri, come gli italiani al primo posto, potrebbe essere un opportunità

  • Avatar anonimo di ale
    ale

    Se prende il "maestro Bivona" come assessore alla cultura, io la voto subito.Lo vedo benissimo accanto a lei!

  • Avatar anonimo di girolamo
    girolamo

    attenzioneeeee !!!!! questo è un inviato speciale della""""""""""""""LEGA """"""" x  mettere ancora più giù la situazione siciliana e quindi Agrigento = turismo ( valle dei templi ) !!!!

  • Avatar anonimo di Giuseppe montalbano
    Giuseppe montalbano

    E come diceva agli AGRIGENTINI,  il grande e compianto AVV. TURIDDRU MALOGIOGLIO, nei suoi comizi e sul suo settimanale "LA SCOPA" ........ " AGRIGENTINI, POPOLO DI CORNUTI " ecco finalmente arrivare ad AGRIGENTO il tanto atteso ed opportuno  SINDACO di  CORNUDA!!!!!!

  • Avatar anonimo di Franz
    Franz

    Ha .... Dimenticavo: kissa' ... Non stringa amicizia con i tanti ruffiani che la circonderanno, si tenga gli amici suoi, perche' questa oltre ad essere la citta di pirandello e anche la citta dei don calogeri sedara!!! Riferimento al gattopardo.

  • Avatar anonimo di Franz
    Franz

    Poveri politici agrigentini, adesso si ride!!! Io Sig. Marcolin la voto e la faro votare! 

  • Le cose sono due: o aggiusta la situazione disastrosa o fa una figura di m.........!! Mi sa che lo voto!! ahaha ;-))

  • Avatar anonimo di Daniele
    Daniele

    Se dovesse candidarsi, se proprio devo essere sincero, lo voterei con piacere e non perché mi piace la lega o le loro idee, perché per certe cose sono un po' troppo estreme, ma piuttosto perché almeno potrebbe introdurre quel minimo di diversità per migliorare anche se poco le cose.

    • Avatar anonimo di toto'
      toto'

      sicuramente ,fara' meglio di tutti quelli ke abbiamo avuto...forza lega!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La "Mare Jonio" attracca al porto di Lampedusa: sbarcano i migranti e scatta il sequestro

  • Cronaca

    Caso "Mare Jonio", l'appello del ministro Salvini: "Conto che vengano arrestati"

  • Cronaca

    Mare Jonio ad un miglio da Lampedusa, il sindaco: "I porti sono aperti"

  • Video

    Gli ambulanti protestano in consiglio comunale: "Vogliamo poter tornare a lavorare"

I più letti della settimana

  • Vede palpeggiare la sorella dal balcone, scende e gli stacca l'orecchio a morsi: rinviati entrambi a giudizio

  • Ventitreenne accoltellato per strada, "ci sono gravi indizi di colpevolezza a carico di un 19enne": scatta il fermo

  • L'omicidio di Alessandria della Rocca, il 19enne fermato: "Non l'ho ucciso io, non abbiamo neanche discusso"

  • Alessandria sotto shock, il parroco: "Morto un ragazzo dolcissimo e indifeso"

  • Rubano camion e trattore, braccati dalla polizia tentano la fuga per le campagne: ladro precipita in un dirupo e resta ferito

  • Scoppia l'incendio in una casa, tragedia sfiorata: in ospedale un 60enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento