Gallo e Iacolino contro Firetto, Claudia Casa: "Sul rigassificatore non cambiamo idea"

La candidata al Consiglio comunale: "Lillo Firetto ha detto che non contrasterà in alcun modo le scelte volute dalla precedente amministrazione di Agrigento, né le decisioni assunte, di opposizione anche giudiziale alla realizzazione del rigassificatore di Porto Empedocle"

Claudia Casa

"In merito al rigassificatore, la posizione espressa da Lillo Firetto è stata chiara fin da subito: ha detto che non contrasterà in alcun modo le scelte volute dalla precedente amministrazione di Agrigento, né le decisioni assunte, di opposizione anche giudiziale alla realizzazione del rigassificatore di Porto Empedocle". Lo afferma Claudia Casa, candidata al Consiglio comunale nella lista civica "Agrigento Rinasce" a sostegno di Lillo Firetto, replicando alla nota diffusa oggi da Salvatore Iacolino e Riccardo Gallo.

"Firetto – continua Claudia Casa, già esponente di Legambiente - ha anche precisato che dall'Enel l'impianto non sarà realizzato per il venir meno della convenienza produttiva. Aggiungiamo per maggior chiarezza, che gli altri impianti, operanti in Italia, hanno bloccato o ridotto fortemente la produzione, per carenza di sbocchi di mercato remunerativi.  Dunque, il futuro di Agrigento e l'ambizioso progetto di sviluppo, indissolubilmente legato ai temi della città della Cultura e del Turismo, sarà il cardine centrale della strategia politico-amministrativa di Firetto, il cui percorso sarà in ogni modo tutelato".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento