Elezioni comunali a Lampedusa e Linosa, Totò Martello torna ad essere sindaco

Ha ottenuto 1.585 preferenze, pari al 40,30 per cento. Filippo Mannino, invece, 1.156 voti, pari al 29,39 e l'uscente Giusi Nicolini si è fermata a 955 pari al 24,28

I candidati al Comune di Lampedusa e Linosa

Totò Martello torna ad essere il sindaco delle Pelagie. Dopo un lungo testa a testa con Filippo Mannino, simpatizzante del movimento Cinque Stelle, Martello lo ha pienamente sorpassato e si è imposto con 1.585 preferenze, pari al 40,30 per cento. 

LEGGI ANCHE: I VOTI AL CONSIGLIO COMUNALE

Filippo Mannino ha, invece, ottenuto 1.156 voti, pari al 29,39 per cento. L'uscente Giusi Nicolini si è fermata a 955 preferenze pari al 24,28 per cento. Angela Maraventano, la "pasionaria" della Lega Nord ha avuto, infine, 237 voti pari al 6,03 per cento.  

Sono stati quattro, dunque, i candidati che si sono "contesi" la poltrona di sindaco di Lampedusa e Linosa: l'uscente Giusi Nicolini che ha cercato di conquistare il secondo mandato, l'ex sindaco Totò Martello, la "pasionaria" della Lega Nord, nonché già vice sindaco delle Pelagie, Angela Maraventano ed il simpatizzante del movimento Cinque Stelle Filippo Mannino. Tutti, tranne Angela Maraventano che ha una lista della Lega Nord, si sono candidati con altrettante liste civiche.

Gli assessori designati del neo sindaco Martello sono Alfonso Rizzo e Maria Dell'Imperio.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento