Vullo: "Le vie Gela, Crescente ed Emporium in stato di abbandono"

Il consigliere denuncia le gravi condizioni in cui versa larga parte del Villaggio Peruzzo e chiede interventi

(foto ARCHIVIO)

Il consigliere comunale autonomista Marco Vullo chiede, attraverso una nota, al sindaco e all'assessore all'Ecologia "interventi urgenti in ordine allo stato di degrado in cui versano le vie Gela, Criscente e Viale Emporium nella zona del Villaggio Peruzzo".

“La vie in questione sono trasformate in una vera e propria giungla, con alto rischio igienico sanitario per i residenti della zona - spiega -. Continuo a registrare l’incapacità governativa dell’amministrazione Firetto, i quartieri abbandonati a se stessi, un assordante silenzio da parte degli organi comunali preposti. L’assessorato all'ecologia e verde pubblico - attacca Vullo - è incapace di governare il fenomeno del diserbo, che viene fatto solo a singhiozzo e mai secondo un'adeguata programmazione: un esempio lampante è il degrado in cui versano le vie Gela, Crescente e il viale Emporium, dove le erbacce costituiscono un grave pericolo per i pedoni essendo che le stesse hanno invaso del tutto i marciapiedi e parte della carreggiata. Chi ha il dovere di intervenire lo faccia, i quartieri della città sono in ginocchio, il sindaco esca la testa fuori dalla  finestra del municipio e provveda immediatamente ad eliminare questa indegna situazione attraverso azioni concrete di salvaguardia e tutela della cosa pubblica".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento