Cala la bolletta dei rifiuti, il sindaco contro chi abbandona la spazzatura: "Comportamento vergognoso"

La percentuale di raccolta differenziata su base annua è passata dal 12 al 34%, ma oramai negli ultimi mesi la percentuale si attesta su percentuali che vanno oltre il 70%

Il sindaco Gianni Picone

La raccolta differenziata fa "bene" alle tasche dei cittadini di Campobello di Licata.  Il Consiglio comunale ha infatti approvato le tariffe sui rifiuti per l'anno in corso inserendo un risparmio nelle bollette inviate ai cittadini. Sono state inoltre confermate le agevolazioni per i residenti ma domiciliati altrove, e introdotte le agevolazioni per le famiglie con almeno un soggetto che si trova in condizioni di invalidità o disabilità ma anche per famiglie in difficoltà economica come previsto dal regolamento comunale.

"Sono previsti nuovi servizi da avviare quest'anno, come la raccolta degli sfabbricidi e l'acquisto di una cassa a tenuta stagna da collocare al cimitero per il recupero del materiale che deriva dalle estumulazioni - spiega il sindaco Gianni Picone -. Con l'avvio del servizio si è anche assistito ad una riduzione complessiva dei rifiuti prodotti di oltre 340 tonnellate con risvolti positivi sull'ambiente e sul costo dei conferimenti in discarica, ponendo fine al cosiddetto fenomeno migratorio del rifiuto dai paesi limitrofi. La percentuale di raccolta differenziata su base annua è passata dal 12 al 34%, ma oramai negli ultimi mesi la percentuale si attesta su percentuali che vanno oltre il 70%. La direzione è quella giusta - continua - e su questa strada l'Amministrazione intende andare avanti migliorando la qualità della raccolta differenziata e di conseguenza i ricavi per i conferimento nelle piattaforme autorizzate, visto che finalmente le convenzioni sono state firmate direttamente dal Comune, che permetteranno di ridurre ulteriormente il costo, costo che purtroppo ad oggi rimane ancora elevato  per la mancanza dell'impiantistica adeguata". Il sindaco, inoltre, stigmatizza il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti lungo le strade cittadine. 

"Un altro fattore che incide sul costo del servizio - aggiunge - è la raccolta dei rifiuti abbandonati fuori dal centro abitato. Il comportamento da parte di questi cittadini è incomprensibile e vergognoso".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

  • Mafia e droga, la maxi inchiesta "Kerkent": tre indagati chiedono di parlare col pm

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento