Piano di utilizzo del demanio marittimo, gli architetti: concorso di idee “Water front”

Presenti al vertice anche Claudio Lombardo dell’associazione MareAmico e Angela Zicari della Consulta delle associazioni per i disabili

Un momento del vertice

Questa mattina, nella sala Giunta del palazzo di città, si è svolto un tavolo di confronto per proposte e contributi, per la redazione del piano di utilizzo del demanio marittimo. Presenti: Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento (unico Ordine professionale presente alla riunione); Giuseppe Grimaldi, coordinatore della commissione sul Pudm dell’Ordine degli architetti di Agrigento; Giuseppe Maragliano, dirigente dell’Uta di Agrigento; Claudio Lombardo dell’associazione MareAmico e Angela Zicari, della Consulta delle associazioni per i disabili; Elisa Virone, assessore all’Urbanistica; Giuseppe Principato, dirigente comunale e i tecnici del Comune che stanno lavorando alle linee guida.

pudm riunione comune2-2

Un tavolo di confronto chiesto dall’amministrazione comunale per raccogliere idee e suggerimenti utili a tracciare le linee guida per la redazione del progetto del piano di utilizzo del demanio marittimo. “Il Pudm è uno strumento utile per lo sviluppo e il rilancio del territorio e del turismo. Noi, oggi, e in questa fase, possiamo prendere atto delle valutazioni sullo stato di fatto analizzate dai tecnici comunali, ora occorrono scelte tecniche. Saremo lieti di supportare l'amministrazione comunale e in tal senso abbiamo istituito un’apposita commissione sul Pudm, ma, ripeto, in questa fase, non possiamo intervenire. Credo che questa discussione, debba essere rimandata al momento in cui saranno pronti il progetto, anche a grandi linee, e la relazione con la quale si dettaglia cosa si vuol fare. Per idee e suggerimenti, oggi, si potrebbe fare riferimento al concorso di idee “Water front”, tenendo anche conto che il piano dovrà completarsi con le attività che questa Amministrazione comunale dovrà regolamentare, mi riferisco ad esempio, ai parcheggi, alla viabilità, alle spiagge perfino al piazzale Giglia, che dovrà essere inserito in una programmazione complessiva”.

pudm riunione comune3-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Assieme alle parti coinvolte - comunica l'assessore comunale e vice sindaco  Elisa Virone - si è avviato un confronto che, prendendo le mosse dagli studi ed analisi alla base della redazione del pudm, ha fissato alcune attività necessarie che saranno condivise con professionisti e associazioni di riferimento. Sono stati già valorizzati i primi contributi. In particolare si è posta l'attenzione sulla necessità di assicurare una piena fruibilità dei tratti di costa a favore dei soggetti diversamente abili e garantire misure atte già dalla prossima stagione ad assicurare il rispetto della normativa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

  • Secondo tampone positivo in meno di 24 ore a Ravanusa: è un focolaio diverso, per l'Asp gli infetti sono 85

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento