Campobello di Licata, tutto pronto per l'inaugurazione del centro giovanile "Kalat"

Saranno presenti l'assessore dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Sebastiano Tusa e dirigenti di organismi e autorità locali, regionali, nazionali ed europei

Il centro "Kalat"

Alla presenza dell’assessore dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Sebastiano Tusa e di dirigenti di organismi e autorità locali, regionali, nazionali ed europei, oltre a docenti universitari ed esperti, verrà inaugurato il 25 e 26 giugno, a Campobello di Licata, il nuovo Centro giovanile internazionale Kalat,  denominato KISS - Kalat International Summer School.

Si tratta di un immobile comunale di mille metri quadrati, interamente riqualificato dal locale Archeoclub, presieduto da Emilia Bella, attraverso i finanziamenti di Fondazione con il Sud nel 2014 e del Dipartimento della Gioventù della presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2017. 

Il Centro Kalat, realizzato restituendo alla collettività una ex scuola dismessa e vandalizzata, verrà utilizzato come ostello della gioventù e dopo essere stato recuperato strutturalmente negli anni scorsi, in questi ultimi mesi è stato dotato: di una foresteria per oltre 25 unità, una sala didattica, una sala conferenza, delle aree espositive, una cucina ed un bar, con lo scopo dicontrastare la povertà educativa, favorire l'aggregazione giovanile internazionalee contribuire ad una gestione innovativa dei Beni Culturali in Sicilia.

Partner del Progetto Kalat sono pure il Comune di Campobello di Licata e la Cooperativa Astra di Agrigento. In occasione della due giorni saranno proposte delle attività promosse dall’Archeoclub. Il 25 giugno è in programma un incontro tra l’assessore regionale ai Beni culturali, Sebastiano Tusa, e gli amministratori del territorio oltre a tavole rotonde sui beni culturali e le tecniche di studio; mentre il 26 a cura dalla cooperativa Astra, con relatori di Confcooperative Sicilia e di Mestieri Sicilia, si darà spazio ai temi della creazione di nuove imprese e delle diverse forme di tirocini formativi attivabili in Sicilia. 

Sempre a cura dell’Archeoclub, nei due giorni saranno previsti: l’apertura di una mostra fotografica sul territorio e un laboratorio internazionale con momenti ludici e ricreativi, come proiezioni di cinema d’animazione, giochi in ludoteca e degustazioni di ricette internazionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'evento è aperto a tutti e già dalle prossime settimane, nel centro verranno tenuti corsi brevi e utili sulle soft skills per i giovani e saranno accolte scolaresche, missioni universitarie e associazioni nazionali e straniere, oltre a gruppi e singoli esperti interessati ad attività di valorizzazione, studio e ricerca nel territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento