Campobello, al via l’Happening archeologico del progetto Kalat

Si tratta di sopralluoghi non invasivi, mirati a documentare la condizione attuale dei 184 siti archeologici censiti dall’Archeoclub

Hanno avuto inizio a fine settembre, nelle campagne di Campobello di Licata, le attività dell’Happening archeologico del progetto Kalat. Si tratta di sopralluoghi non invasivi, mirati a documentare la condizione attuale dei 184 siti archeologici censiti dall’Archeoclub di Campobello di Licata tra il 1999 e il 2013.

A dirigere le attività sul campo sono stati la dottoranda Mariangela Vangelista e l’archeologo Salvo Di Prima, con il supporto scientifico dei professori Oscar Belvedere e Aurelio Burgio dell’Università degli di Studi di Palermo

Alle attività hanno partecipato anche dei volontari provenienti da diversi paesi europei ospitati dall’associazione Arci Strauss di Mussomeli. Intanto sono attese per la seconda metà di ottobre alcune archeologhe francesi, che alloggeranno nella nuova sede della Kalat International Summer School situata in via Tevere a Campobello di Licata. 

“E’ la prima volta che, in Italia – ha dichiarato Emilia Bella, presidente dell’Archeoclub,– non solo si effettua una attività di ricerca sistematica ed estensiva su tutto un territorio comunale, ma si programma una revisione dei dati anni dopo la loro prima individuazione al fine di comprenderne lo stato di degrado dei siti e il loro grado di depauperamento”. 

“E se mancano ancora oggi sul territorio delle regolari attività di scavo archeologico - ha proseguito l’architetto Giovanni Vultaggio, Project Manager del progetto Kalat - proprio le ricerche territoriali svolte potranno costituire un unicum nazionale, una forte base conoscitiva per avviare delle vere e proprie campagne di scavo, tese a comprendere le vicende insediative e attrarre magari delle università straniere. Se siamo certi del forte supporto dell’Assessorato dei Beni Culturale e dell’Identità Siciliana, ai nostri progetti con l’archeologo Sebastiano Tusa, da sempre consulente scientifico del Progetto Kalat". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento