Bilancio del Comune, Hamel: "Al momento non c'è un rischio dissesto"

L'assessore alle Finanze precisa: "Non abbiamo segnali in tal senso, non è escluso riusciremo ad equilibrare i conti"

Hamel e Firetto

Già la prossima settimana si potrebbero avere notizie sul futuro del bilancio del Comune di Agrigento. Mentre montano le polemiche a Palazzo San Domenico fervono le riunioni e gli incontri al fine di valutare la tenuta finanziaria delle casse dell'Ente.

Il termine entro cui verificare l'eliminazione delle criticità riscontrate all'equilibrio finanziario scadrà infatti il 25: entro quella data dovrà essere il Consiglio comunale a determinarsi, in base alle indicazioni degli uffici, sulla strada da intraprendere.

La più probabile è oggi un periodo di tre mesi di riequilibrio sotto la guida dello Stato durante i quali, dice l'assessore al Bilancio Nello Hamel, si metterà in atto "Una gestione austera, con tagli che riguarderanno tutti i servizi non indispensabili, le indennità, le somme pagate ai dirigenti. Dovremo inoltre richiedere mese per mese la firma dell'integrazione dei precari", dice.

Ad oggi, comunque, non vi sarebbero elementi per parlare di dissesto finanziario, anche se si potrebbe trattare di una soluzione inevitabile se il riequilibrio non dovesse fornire i risultati sperati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento