Tentano furto in casa, il proprietario lancia l'allarme

I carabinieri sono riusciti ad arrestare Imad Sassi, 19enne, Belhani Khlifa, 27enne e Michri Hedi...

Tentano furto in casa, il proprietario lancia l'allarme
La scorsa notte i carabinieri della Tenenza di Ribera hanno tratto in arresto 3 cittadini extracomunitari sorpresi nel tentativo di introdursi in un’abitazione di via Termine. A lanciare l’'allarme con una richiesta di aiuto al 112 è stato il proprietario di casa svegliato bruscamente dai rumori provenienti da una finestra. Il rapido intervento della pattuglia ha permesso di intercettare a pochi metri dall’'abitazione i ladri che, accortisi del risveglio degli proprietari, stavano rapidamente cercando di allontanarsi dopo aver parzialmente divelto la serranda e cercato di forzare gli infissi.

I tre, Imad Sassi, 19enne, Belhani Khlifa, 27enne e Michri Hedi, 27enne, sono tutti tunisini, i primi due irregolari sul territorio nazionale. Il terzo era già noto ai carabinieri in quanto arrestato dagli stessi militari il 29 agosto scorso insieme ad altri 4 connazionali poiché durante la perquisizione di un appartamento in via dei Gracchi erano stati trovati in possesso di 51 dosi di hashish del peso complessivo di 200 grammi detenute ai fini di spaccio. Per quei fatti il giovane extracomunitario era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo giornaliero di presentazione alla caserma crispina.

I tre sono stati arrestati con l’'accusa di tentato furto in abitazione e di conseguenza tradotti presso la casa circondariale di Sciacca a disposizione della locale Procura della Repubblica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento