Sfrecciavano sulle statali con il cellulare in mano e ubriachi, denunce e maxi multe

Sono stati ben 23 gli automobilisti sorpresi con il telefonino in mano e 11 invece quelli che sono stati "incastrati" dal telelaser

(foto ARCHIVIO)

Piede pesante sull'acceleratore, cellulare attaccato all'orecchio e magari dopo aver bevuto qualche bicchierino di troppo. Sono più che allarmanti i dati emersi dai controlli - realizzati durante il week end - della polizia Stradale di Agrigento. Quattro i denunciati per guida in stato d'ebbrezza, 11 gli automobilisti incastrati dal telelaser perché sfrecciavano sulla statale 115, con direzione Licata, e sulla 640 e ben 23 i sanzionati perché pizzicati ad utilizzare il cellulare alla guida. 

Velocità, cellulare ed ebbrezza sono le principali cause degli incidenti stradali. Ed è per questo - seppur realizzando verifiche ad ampio raggio - che i poliziotti della Stradale, che è coordinata dal vice questore Andrea Morreale, ogni fine settimana cercano privilegiare questo genere di accertamenti. Perché occorre prevenire e reprimere. 

Automobilisti con il piede pesante, il telelaser incastra gli indisciplinati: "strage" di patenti 

Il telelaser è stato utilizzato, questo fine settimana, lungo la statale 640 dove il limite di velocità massimo è di 110 chilometri orari e lungo la statale 115, con direzione Licata, dove il limite massimo è, invece, di 90 chilometri orari. Il nuovo modello di telelaser, di cui è dotata la Stradale di Agrigento, ha una videocamera che consente di realizzare brevi video, come prova dell'infrazione accertata. Ben 11 gli automobilisti pizzicati che si sono visti elevare sanzioni differenti, a seconda di quanto superavano il limite di velocità imposto. Il massimo di velocità accertata, durante questi ultimi controlli, è stata di 134 chilometri orari. 

Ben 23 i sanzionati per l'uso di telefono cellulare alla guida. Ma complessivamente sono state 78 le contravvenzioni, per il mancato rispetto del codice della strada, elevate. Ritirate 4 patenti di guida e due carte di circolazione e decurtati 226 punti dalle patenti. 

Al volante dopo aver bevuto e senza assicurazione: denunce e multe

Quattro i denunciati, alla Procura, per guida in stato d'ebbrezza. Tutti sono stati beccati nei controlli - voluti per prevenire le cosiddette "stragi del sabato sera" - effettuati a San Leone. Ad essere deferiti sono stati: D. A., 30 anni di Licata, che s'è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti etilometrici; S. S. C., 33 anni di Favara, trovato con un tasso alcolico di 0,96 g/l; L. P., 25 anni di Realmonte, trovato con un tasso di 1,03 g/l e V. C. C., 22 anni di Porto Empedocle, che aveva un tasso di 1,31 g/l.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento