Isterectomia totale, Asp condannata a pagare risarcimento di oltre 90 mila euro

La donna, che aveva subito l'intervento chirurgico, chiedeva 790.358,75 euro. La sentenza del tribunale ha stabilito invece un altro importo

(foto ARCHIVIO)

Chiedeva un risarcimento danni di 790.358,75 euro. Ne ha ottenuto uno da 93.133,57 euro. Somma che è stata già messa in liquidazione dall'azienda sanitaria provinciale di Agrigento. 

Era il maggio del 2016 quando il legale della donna inoltrava la richiesta di risarcimento danni. Esattamente cinque anni prima, la donna era stata sottoposta ad un intervento chirurgico di isterectomia totale al presidio ospedaliero "Giovanni Paolo II" di Sciacca. L'Asp, cinque anni dopo, era stata citata davanti al tribunale di Sciacca. La donna chiedeva d'accertare la responsabilità da colpa medica e la condanna al pagamento del risarcimento del danno quantificato in 790.358,54 euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dalla relativa istruttoria non erano emersi elementii di responsabilità a carico dei medici" - è stato ricostruito dall'Asp - . Per questo motivo, l'azienda sanitaria provinciale ha dato incarico ad un avvocato. Il giudizio di primo grado s'è definito con sentenza - resa nel luglio del 2019 - con la quale il tribunale di Sciacca, rilevando il nesso di causalità tra l'intervento chirurgico e l'evento lesivo, ha accertato e dichiarato l'esclusiva responsabilità dell'azienda sanitaria con conseguente condanna al pagamento, in favore della donna, di 74.617 euro di risarcimento danni non patrimoniali, 6.131,67 euro per interessi e rivalutazione alla data di emissione della sentenza e 8.554 euro per spese generali. Per altri interessi si è arrivati dunque a complessivi 93.133,57 euro. L'Asp ha dunque provveduto ad avviare la liquidazione, facendo salvi e impregiudicati i reciproci diritti. "ll pagamento non equivale ad acquiescenza - ha scritto l'Asp1 - avvenendo al solo esclusivo fine, attesa l'esecutività del provvedimento notificato, di evitare altre ed ulteriori spese dell'avvio dell'azione esecutiva". L'azienda ha inoltre ribadito "il diritto a ripetere le somme pagate in caso di esito favorevole dell'eventuale giudizio di appello".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento