Reddito di cittadinanza, Caf presi d'assalto: tutti a "caccia" di Isee e di "dritte"

Qualcuno, dopo aver ottenuto la documentazione, non può che scuotere la testa: c'è il rischio che il proprio figlio disoccupato rimanga non soltanto senza alcuna opportunità lavorativa. Spazio ai "furbetti"

Caf presi d'assalto. Da un paio di giorni, i Caf di Agrigento e provincia, registrano un incremento - un vero e proprio boom - di utenti. Accade nella città dei Templi, a Ribera, Favara, Canicattì e Licata. Una sola la parola chiave: reddito di cittadinanza. Gli agrigentini vanno a "caccia" di informazioni precise su come muoversi, ma soprattutto "bussano" agli sportelli del Caf per farsi rilasciare l'Isee. 

Reddito di cittadinanza: favorevole il 56% dei siciliani, ma per uno su due è assistenzialismo ​

"Al solo Caf del Villaggio Mosè - ha spiegato Maurizio Saia, responsabile della Cisl - abbiamo registrato un incremento di circa 20 persone al giorno. Chiedono tutti l'Isee perché si stanno appunto muovendo per capire se hanno, ufficialmente, o meno i requisiti e per avere la documentazione necessaria da allegare all'istanza". 

IL VIDEO. Ecco il parere degli agrigentini: "Servirà pe fronteggiare la povertà, ma non agli immigrati"

Qualcuno, dopo aver ottenuto l'Isee, non può che scuotere la testa: il reddito è troppo alto e c'è il rischio che il proprio figlio disoccupato rimanga non soltanto senza reddito di cittadinanza, ma anche senza alcuna opportunità lavorativa. Alcuni accampano dunque un'ipotesi: e se facessi cambiare la residenza a mio figlio? Ad Agrigento, come nel resto della penisola, questo è il momento - verosimilmente - in cui si studiano e si pianificano le cosiddette "vie di fuga": ossia trovare un escamotage per rientrare, a pieno titolo, fra coloro che avranno diritto al reddito di cittadinanza. 

Agrigento quarta provincia per numero di beneficiari 

La maggior parte di coloro che, invece, sanno d'aver diritto al reddito di cittadinanza - e lo hanno constatato vendendo il proprio Isee - si sofferma con gli addetti dei Caf per sapere a quanto ammonterà la somma mensile che potrà incassare. E' anche, dunque, il momento dei conteggi. Il via vai dai Caf, verosimilmente, andrà avanti anche nelle prossime settimane. Tutti a "caccia di Isee e di informazioni utili per provare a vedersi attribuire il reddito di cittadinanza. 

I Caf, è bene chiarirlo, non sono naturalmente nelle condizioni né di fare i conteggi su quanto si potrà percepire mensilmente, né tanto meno di tracciare "strade di fuga" o escamotage per rientrare nel bacino del reddito di cittadinanza. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • "Procacciavano i clienti e incassavano fino al 50% per ogni prestazione": i retroscena del blitz antiprostituzione

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento