Balordi in azione in piazza Cavour, rapina alla posta centrale: malviventi in fuga

Al momento non è stato ancora quantificato il bottino: sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale tenenza che hanno avviato le indagini

Malviventi in azione alla posta centrale. Dei balordi, quasi certamente incappucciati, hanno fatto irruzione agli uffici postali di piazza Cavour, a Favara. I rapinatori - in tutto due - erano armati ed hanno seminato il panico tra gli impiegati. I balordi si sono fatti consegnare il bottino per poi darsi alla fuga a piedi. Lanciato l’allarme, nella centrale piazza Cavour, si sono precipitati i militari dell’Arma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri della tenenza di Favara dopo i rilievi di rito, hanno avviato le indagini. Intanto, è caccia aperta ai balordi che hanno agito in pieno giorno. Non è chiaro se fossero italiani o immigrati. Non è la prima volta, probabilmente non sarà neanche l’ultima, che gli uffici postali dell’Agrigentino vengono presi di mira. Non è stato, al momento, quantificato il bottino portato via dai rapinatori, ma secondo le prime testimonianze si aggirerebbe intorno alle 750 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

  • Bottiglia con benzina e fiammiferi davanti al cancello: avvertimento a professionista

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento