Tranciati 3 chilometri di cavi di rame, telefoni muti in più contrade: danni e disagi

I pali di legno sono stati letteralmente devastati e molti risultano essere, praticamente a ridosso della strada, pericolosamente inclinati

Uno dei pali pericolosamente inclinati in contrada Cometi

Agiscono anche più volte durante la stessa settimana. Privilegiano una porzione di territorio provinciale e, poi, dopo che lo hanno letteralmente rastrellato, si spostano altrove. E’ indifferente che si tratti di cavi dell’elettricità o della telefonia, purché dentro la guaina ci sia “oro rosso”: ossia rame. Da Agrigento a Licata, i “cacciatori” hanno concretamente rialzato la cresta. L’ultimo colpo, in ordine di tempo, ha avuto come scenario le contrade Pizzo Campana e Cometi di Racalmuto. I delinquenti, durante le ore della notte, sono riusciti – e lo hanno fatto senza essere visti, né tantomeno sentiti – a tranciare e a portare via niente di meno che tre chilometri di cavo della Tim.

I pali di legno sono stati letteralmente devastati e molti risultano essere, praticamente a ridosso della strada, pericolosamente inclinati. Il cavo di rame risulta tranciato e penzolante in più punti. Il tutto lungo un tragitto lunghissimo. Perché non sono state, come è già accaduto sempre a Racalmuto e nella vicina Grotte, poche centinaia di metri di cavo ad essere portati via, ma appunto ben tre chilometri.

furto di cavi di rame-2

La scoperta è stata fatta ieri da alcuni tecnici della Tim che, in contrada Pizzo Campana, avrebbero dovuto effettuare – su richiesta di alcuni residenti – il passaggio della fibra. La società, la prima ad essere pesantemente danneggiata, nelle prossime ore, formalizzerà denuncia di furto contro ignoti.

La banda di delinquenti – perché certamente ad agire sono più persone – non temeva e non teme i fili dell’alta tensione elettrica, né si preoccupa di lasciare al buio famiglie o aziende. I cavi della linea telefonica rappresentano, dunque, per queste bande di ladri una sorta di gioco da ragazzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Col passato ho chiuso e studio per diplomarmi", ex braccio destro del boss chiede di tornare libero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento