Sciacca, quattro aree da oggi sono sottoposte a videosorveglianza

Questi i luoghi dove sono posizionate le telecamere: una in Via Roma, una in piazza don Minzoni, due alla Chiazza, una nella villa di piazza Rossi. Nelle aree interessate, la Polizia Municipale ha istallato anche apposita cartellonistica che segnala la presenza della videosorveglianza

Attivata la video sorveglianza in quattro punti sensibili del centro città. Ne dà comunicazione il sindaco Fabrizio Di Paola.

Cinque le telecamere posizionate e in funzione. Quattro sono state acquistate ex novo, una è stata ricollocata dopo un intervento di riparazione. Le telecamere sono collegate con il comando della Polizia municipale. Sono in funzione per l’intera giornata.

Questi i luoghi dove sono posizionate: una in Via Roma, una in piazza don Minzoni, due alla Chiazza, una nella villa di piazza Rossi. Nelle aree interessate, la Polizia Municipale ha istallato anche apposita cartellonistica che segnala la presenza della videosorveglianza.
L’impianto è stato attivato con i fondi di riserva del sindaco dell’anno 2014. Le immagini sono visionate dalla Polizia municipale per l’ordine pubblico e la sicurezza urbana.

«Se ne avvertiva l’esigenza – dichiara il sindaco Fabrizio Di Paola –. L’impianto è un importante deterrente contro atti violenti, di criminalità e di vandalismo, in luoghi centrali del nostro centro storico, alcuni dei quali molto frequentati nelle notti dei fine settimana dai giovani»

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento