Un francobollo per “Lampedusa Porta d’Europa”, tiratura di un milione di esemplari

La vignetta riproduce l’opera realizzata da Mimmo Paladino, in memoria dei migranti che hanno perso la vita in mare

Un francobollo ordinario dedicato a Lampedusa Porta d’Europa. Sarà emesso oggi dal ministero dello Sviluppo Economico appartenente alla serie tematica “il Senso civico”, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10€.

Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Spa., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. Tiratura un milione di esemplari. Foglio da quarantacinque esemplari. Bozzetto a cura di Gaetano Ielluzzo e Mimmo Paladino.

Un francobollo dedicato a ''Lampedusa Porta d'Europa''

La vignetta riproduce l’opera realizzata da Mimmo Paladino denominata “Lampedusa” – Porta d’Europa”, un monumento alla memoria dei migranti che hanno perso la vita in mare, inaugurato nell’isola il 28 giugno 2008.

Completano il francobollo la leggenda “Lampedusa Porta d’Europa”, la scritta “Italia “e l’indicazione della tariffa B.

L’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso l’Ufficio postale di Lampedusa. Il francobollo ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettino illustrativo, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.

Per l’occasione è stato realizzato anche un folder in formato A4 a due ante contenente il francobollo, una cartolina annullata e affrancata, e una busta primo giorno di emissione, al costo di 12€.

“Un francobollo che raffigura la Porta d’Europa – scrive Salvatore Martello, sindaco del Comune di Lampedusa e Linosa – è un riconoscimento non solo al sacrificio di quanti l’hanno vista dal mare, quella Porta, al termine della loro traversata. È un riconoscimento all’isola di Lampedusa ed alla sua gente che in questi anni ha vissuto sulla propria pelle il peso e la gioia dell’accoglienza. Ed anche quando questo peso ha piegato le loro schiene, i lampedusani hanno sempre mantenuto la gioia e la capacità di accogliere chi fugge da guerre, violenze e carestie con un sorriso, una coperta per ripararsi dal freddo e qualcosa da mangiare per recuperare le forze. È stato così fin dall’inizio, fin da prima che ci fosse quel monumento in quel lembo di terra così a Sud. Questo francobollo ‘certifica’ che Lampedusa è essa stessa ‘Porta d’Europa’: oggi più che mai c’è bisogno dell’Europa per continuare a tenere aperta quella porta”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Trovata in possesso di munizionamento bellico", denunciata 39enne lampedusana

  • Cronaca

    Maxi depuratore della zona costiera, via ai primi interventi per la realizzazione

  • Politica

    Elezioni europee 2019, domani si vota: ecco tutte le indicazioni

  • Cronaca

    Disabili e rimborsi mancati per 8 milioni di euro, il Comune impugna la sentenza

I più letti della settimana

  • Schiacciato dal trattore mentre ara la sua terra: muore un pensionato

  • Si è lanciato dal balcone della propria casa: muore elettricista 50enne

  • Mamma e neonato cadono in casa: polizia scorta il piccino ferito alla testa fino all'ospedale

  • Tragedia in viale Emporium, muore un uomo di 56 anni: inutili i soccorsi

  • "Terroni, votatemi", la città si sveglia invasa di finti manifesti di Matteo Salvini

  • Piero Barone canta a Tokyo, "Il Volo" top nella classifiche in Giappone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento