Un francobollo per “Lampedusa Porta d’Europa”, tiratura di un milione di esemplari

La vignetta riproduce l’opera realizzata da Mimmo Paladino, in memoria dei migranti che hanno perso la vita in mare

Un francobollo ordinario dedicato a Lampedusa Porta d’Europa. Sarà emesso oggi dal ministero dello Sviluppo Economico appartenente alla serie tematica “il Senso civico”, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10€.

Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Spa., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. Tiratura un milione di esemplari. Foglio da quarantacinque esemplari. Bozzetto a cura di Gaetano Ielluzzo e Mimmo Paladino.

Un francobollo dedicato a ''Lampedusa Porta d'Europa''

La vignetta riproduce l’opera realizzata da Mimmo Paladino denominata “Lampedusa” – Porta d’Europa”, un monumento alla memoria dei migranti che hanno perso la vita in mare, inaugurato nell’isola il 28 giugno 2008.

Completano il francobollo la leggenda “Lampedusa Porta d’Europa”, la scritta “Italia “e l’indicazione della tariffa B.

L’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso l’Ufficio postale di Lampedusa. Il francobollo ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettino illustrativo, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.

Per l’occasione è stato realizzato anche un folder in formato A4 a due ante contenente il francobollo, una cartolina annullata e affrancata, e una busta primo giorno di emissione, al costo di 12€.

“Un francobollo che raffigura la Porta d’Europa – scrive Salvatore Martello, sindaco del Comune di Lampedusa e Linosa – è un riconoscimento non solo al sacrificio di quanti l’hanno vista dal mare, quella Porta, al termine della loro traversata. È un riconoscimento all’isola di Lampedusa ed alla sua gente che in questi anni ha vissuto sulla propria pelle il peso e la gioia dell’accoglienza. Ed anche quando questo peso ha piegato le loro schiene, i lampedusani hanno sempre mantenuto la gioia e la capacità di accogliere chi fugge da guerre, violenze e carestie con un sorriso, una coperta per ripararsi dal freddo e qualcosa da mangiare per recuperare le forze. È stato così fin dall’inizio, fin da prima che ci fosse quel monumento in quel lembo di terra così a Sud. Questo francobollo ‘certifica’ che Lampedusa è essa stessa ‘Porta d’Europa’: oggi più che mai c’è bisogno dell’Europa per continuare a tenere aperta quella porta”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lo stop del Comune al volantinaggio, ecco la proposta-provocazione: "Colpiamo i mandanti"

  • Video

    Dal prezzo del latte a quello del grano, la protesta si allarga: anche gli agricoltori scendono in strada

  • Cronaca

    I controlli non fermano l'abusivismo, scoperti due nuovi casi: cinque denunce

  • Cronaca

    Verso l'addio all'isolamento, vertice a Palazzo Chigi per sbloccare i cantieri delle strade

I più letti della settimana

  • La rivolta dei pastori sardi fa eco nell'Agrigentino, Emanuel: "Ho 23 anni, qual è il nostro futuro?"

  • "L'ho visto a terra maciullato", racconto schock di un collega dell'operaio morto in cantiere

  • "Occupano una casa e il proprietario li minaccia con la pistola": 6 denunciati

  • Traffico di droga, scoperta una associazione a delinquere: 15 arresti

  • Traffico di hashish, scatta il blitz "Mare magnum" con 15 arrestati: ecco tutti i dettagli

  • "Hanno estorto 250 mila euro all'impiegato infedele delle Poste": arrestata una coppia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento