"Non riesce a rinnovare la carta d'identità e danneggia l'Anagrafe", denunciata

La trentasettenne dovrà rispondere delle ipotesi di reato di minacce a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio: l'ufficio è rimasto chiuso per 3 giorni

La trentasettenne è stata denunciata dalla polizia

Non riesce a rinnovare, non immediatamente, la carta d'identità e danneggia l'ufficio Anagrafe del Comune. Una trentasettenne, E. G. F., residente a Porto Empedocle, è stata denunciata - dalla polizia di Stato - alla Procura della Repubblica per le ipotesi di reato di minacce a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio. Le due impiegate dell'ufficio comunale, a causa del forte stato di choc, sono finite al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento.

E' accaduto tutto negli scorsi giorni. La trentasettenne - stando alle ricostruzioni dei poliziotti del commissariato di Porto Empedocle che è coordinato dal vice questore aggiunto Cesare Castelli - si sarebbe recata all'ufficio Anagrafe per rinnovare la carta d'identità. Gli impiegati le avrebbero però illustrato alcune difficoltà dovute a dei problemi formali di residenza e domicilio. Non è stato negato il rinnovo del documento di riconoscimento, ma semplicemente sono state illustrate le procedure per sistemare i dati formali. La trentasettenne però sarebbe andata in escandescenze e avrebbe iniziato a minacciare, e a gran voce, le impiegate, per poi - stando alle ricostruzioni della polizia di Stato - gettare in aria le sedie presenti nel locale, scaraventare sul pavimento dei faldoni di documenti e perfino alcuni Pc.

E' stato lanciato l'allarme e sul posto, praticamente immediatamente, si sono precipitati i poliziotti del commissariato "Frontiera". Le due impiegate, inevitabilmente terrorizzate sono state soccorse e portate, con l'ambulanza, all'ospedale di Agrigento. I poliziotti del commissariato di Porto Empedocle, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli, hanno subito avviato la ricostruzione dell'accaduto e una attività investigativa. Indagini - brevissime - che hanno consentito ai poliziotti di identificare, e dunque denunciare, la donna. L'ufficio Anagrafe è rimasto chiuso - secondo la ricostruzione della polizia - per tre giorni.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Braccati dai carabinieri dopo la rapina alla banca Sant'Angelo: fermati 2 palermitani e un sabettese

  • Rapinata la banca Sant'Angelo: in due portano via 50 mila euro

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Grande Fratello vip, l'empedoclina Clizia Incorvaia al centro del gossip

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento