"Pennelli a mare inquinavano il litorale di San Leone", slitta avvio del processo

Il presidente della prima sezione penale è incompatibile a celebrare il dibattimento

Slitta al 17 dicembre l’inizio del processo a carico di cinque imputati rinviati a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sui cosiddetti pennelli a mare, vale a dire le condotte sottomarine dell’impianto di depurazione che avrebbero scaricato reflui sulle acque del litorale di San Leone senza un adeguato filtro. Il presidente della prima sezione penale Alfonso Malato, avendo trattato il procedimento nella fase delle indagini preliminari, è incompatibile a celebrare il dibattimento che doveva iniziare ieri.

Gli imputati sono: Marco Campione, 55 anni, di Agrigento, legale rappresentante di Girgenti Acque Spa; Giuseppe Giuffrida, 69 anni, di Gravina di Catania, predecessore di Campione; Bernardo Barone, 64 anni, direttore generale dell'Ato idrico, di Agrigento; e Pietro Hamel, 65 anni, di Porto Empedocle, dirigente tecnico dell'Ato idrico e Maurizio Carlino, 56 anni, progettista e direttore dei lavori, di Favara. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Le case a 1 euro a Sambuca di Sicilia, il sindaco: "Quante richieste, sogno un borgo felice"

  • Cronaca

    Emergenza viabilità, don Mario Sorce: "Toninelli? Tratti il Sud come il Nord, con la stessa importanza"

  • Cronaca

    Strage in mare, muoiono donne e bambini: indaga la Procura di Agrigento

  • Licata

    Fiamme al portone dell'abitazione di una casalinga, aperta un'inchiesta

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre auto sulla Agrigento-Palermo: un morto e tre feriti

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • "Torture sessuali al compagno di cella per estorcergli sigarette", a giudizio

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

  • Un cane all'ingresso del pronto soccorso, la protesta: "Si rischiano infezioni"

  • Il "giallo" di Gessica, il padre: "Ho sospetti su 3 persone, farò le mie indagini"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento