"Fece da palo durante una rapina in banca", ventiquattrenne patteggia

Il colpo, che fruttò 20 mila euro, venne messo a segno con un escamotage: una persona, all'interno dell'istituto di credito, si sarebbe messa ad urlare dicendo che lo zio rimasto fuori si stava sentendo male

Una veduta del tribunale di Sciacca

Avrebbe fatto da palo nella rapina, messa a segno il 10 dicembre del 2015, all'agenzia della banca Sant'Angelo a Ribera. Giuseppe Triassi, 24 anni, - difeso dall'avvocato Giovanni Forte - ha patteggiato la pena a due anni e sei mesi di reclusione. Lo riporta il Giornale di Sicilia.  

Non c’è stato il parere favorevole della Procura di Sciacca, invece, per il patteggiamento proposto da Giuseppe Centurione, di 28 anni, che si trova ai domiciliari. Sarà giudicato con il rito abbreviato assieme ai palermitani coinvolti nella vicenda. Centurione è difeso dall’avvocato Giovanni Di Caro che aveva proposto 2 anni di reclusione e in subordine l’abbreviato.

Non c’è stato il consenso della Procura della Repubblica anche per la richiesta di patteggiamento avanzata dall’avvocato Francesco Di Giovanna per Mariano Ficarra, di 25 anni, uno dei quattro palermitani accusati di avere messo a segno la rapina. Anche Salvatore Bruno, di 27 anni, di Palermo, avrebbe voluto patteggiare e pure per lui la Procura ha negato il consenso. Il giudice Antonio Genna ha fissato la prima udienza del processo, con l’abbreviato, per il 31 marzo. I sostituti Alessandro Moffa e Cristian Del Turco avevano chiesto il giudizio immediato nei confronti dei sei, coinvolti nell’operazione “Ulisse” ed arrestati ad agosto dello scorso anno.

Una rapina, quella di Ribera, messa a segno con un particolare escamotage: un uomo entra in banca e poi si mette a urlare dicendo che un suo zio rimasto fuori si stava sentendo male e che lui doveva uscire dall’istituto di credito. Il dipendente apre la bussola ed a quel punto entrano tre rapinatori, tutti a volto coperto e con i guanti per non lasciare tracce, e poi il gruppo porta via 20 mila euro dall’agenzia di Ribera della Banca Sant’Angelo.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento