"No alla struttura per disabili mentali in piazza Lena", protestano i residenti

I cittadini hanno costituito un comitato: "Massimo rispetto per gli ammalati ma ci vuole buon senso nella scelta dei posti"

Una comunità per disabili psichici in piazza Lena, nel cuore del centro storico dove ci sono numerose attività ricettive oltre a un ristorante. I residenti della zona si riuniscono in un comitato e protestano contro la decisione di collocare la struttura in quella zona.

“In più occasioni – spiegano i legali del comitato Barbara Garascia ed Emanuele Dalli Cardillo - l’attuale amministrazione ha affermato che la riqualificazione del centro storico di Agrigento deve rappresentare il volano per il rilancio turistico della città. Con questa finalità, sono stati già investiti centinaia di migliaia di euro dei contribuenti”. Il comitato presieduto da Francesco Foti, si appella al “buon senso nella concessione dei permessi” e sottolinea i disagi dei residenti e dei turisti dovuti alla presenza degli ospiti della struttura che vagano per le strade, qualcuno con atteggiamenti molesti. I legali, peraltro, sottolineano che la Regione avrebbe revocato l’autorizzazione a tenere aperta la struttura. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lavoratori in nero, ambulanti abusivi e posteggiatori: "stangata" a San Leone

  • Cronaca

    Completamento del "San Giovanni di Dio", Asp condannata a pagare versa un "anticipo"

  • Cronaca

    "I bilanci truccati del Comune", Firetto davanti ai pm

  • Cronaca

    Prime piogge e temporali, il lungomare si trasforma in una "piscina"

I più letti della settimana

  • Calci e pugni fra famiglie, sradicato il portone di una casa: una donna in ospedale

  • "Ecco come si drogavano i bilanci", tutte le accuse a Firetto: gli indagati sono otto

  • "Sesso con allievi", chiesto rinvio a giudizio per istruttore di tennis

  • L'inchiesta sui corsi di formazione, il riesame conferma i sequestri

  • Le telecamere di "Quarto Grado" a Favara, Gessica Lattuca ancora non si trova

  • Enti di formazione e scuole telematiche, aperta un'inchiesta: Digos sequestra documenti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento