"E' vero, nostra madre è uscita da casa col bastone": i figli dell'imputata ricostruiscono agguato mortale

Due ragazzini, figli di Anisoara Lupascu, hanno raccontato in aula i drammatici momenti che hanno portato all'omicidio di Costantin Pinau, massacrato a colpi di zappa e spranga sotto casa

Costantin Lupascu

“Mia sorella ha telefonato a nostro padre e squillava a vuoto, dopo diversi tentativi ha risposto la moglie di Costantin dicendo che stavano aggredendo sia lui che mio fratello. Siamo usciti tutti da casa, se mia madre ha portato con sé un bastone? Si ma era di appena trenta centimetri, non lo chiamerei proprio bastone”.

Continua la sfilata dei testi della difesa, rappresentata dall’avvocato Diego Giarratana, al processo per l’omicidio del bracciante agricolo trentasettenne Pinau Costantin, avvenuto l’8 luglio dell’anno scorso davanti l’abitazione della vittima che fu massacrata a colpi di zappa mentre si trovava insieme alla moglie, anch’essa rimasta ferita nell’aggressione. Ieri mattina, davanti alla Corte di assise presieduta da Alfonso Malato, sono stati ascoltati due figli di Anisoara Lupascu, 39 anni, accusata insieme al marito Vasile Lupascu, 45 anni, e al loro figlio Vladut Vasile Lupascu, 20 anni, di avere commesso l’omicidio. La donna è l’unica ad avere scelto il dibattimento.

Lo scorso 11 luglio, al termine del processo con rito abbreviato, i due uomini sono stati condannati a 30 anni di reclusione. È stata esclusa dal gup Francesco Provenzano l’accusa di tentato omicidio ai danni della donna che è stata riqualificata in lesioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Mi ha telefonato mia figlia dicendomi che stavano aggredendo mio marito e l’altro figlio, sono andata di corsa a casa dei Costantin e, davanti alla loro abitazione, sono stata picchiata dalla moglie”. Così l’imputata, all’udienza precedente, si era difesa davanti ai giudici. La circostanza è stata confermata ieri dai due figli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento