Inchiesta sul mare di San Leone, la Procura indaga sulla depurazione

Nei giorni scorsi la Procura della Repubblica del Tribunale di Agrigento ha acquisito un documento che l'Asp di Agrigento ha trasmesso al sindaco Marco Zambuto, nel quale si proponeva di vietare temporaneamente la balneazione in una precisa zona di San Leone, a ridosso dei pennelli di scarico

(foto d'archivio)

Sarebbero prossime ad una svolta le indagini della Procura della Repubblica di Agrigento nell'ambito dell'inchiesta sul mare inquinato a San Leone. Come rivela il settimanale "Grandangolo" diretto da Franco Castaldo, infatti, i magistrati, dopo aver puntato l'attenzione sui pennelli a mare, adesso starebbero seguendo una nuova pista riguardante la realizzazione di un impianto di depurazione. Pare che gli inquirenti ci vogliano vedere chiaro e capire che cosa (e soprattutto perché) ha impedito la costruzione di un efficiente impianto. Gli uffici del procuratore capo Renato Di Natale e del procuratore aggiunto Ignazio Fonzo starebbero, quindi, facendo luce sulla questione "mare sporco", indagando a 360 gradi su tutti i fronti. 

 
Nei giorni scorsi la Procura della Repubblica del Tribunale di Agrigento ha acquisito un documento che l'Asp di Agrigento ha trasmesso al sindaco Marco Zambuto, nel quale si proponeva di vietare temporaneamente la balneazione in una precisa zona di San Leone, a ridosso dei pennelli di scarico.
 
Adesso la gente attende - fiduciosa - la "mano pesante" dei magistrati per una questione rimasta irrisolta per troppi anni e che puntualmente ogni estate ha provocato disagi e polemiche. Quel che è certo è che la gente sta dalla parte della Procura. Non è difficile capirlo: basta entrare in un bar e sentire i discorsi tra la gente; oppure leggere i commenti su Facebook, dove si incoraggia sempre più il lavoro degli inquirenti per portare a soluzione ciò che la politica non è mai riuscita a fare.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sfonda il tetto del capannone e precipita da più di 10 metri: 29enne in gravi condizioni

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • Grande Fratello, l'empedoclina Clizia Incorvaia: "Il bacio tra me e Scamarcio? C'è stato"

  • Maxi tamponamento lungo la statale 640: traffico in tilt

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento