Droga, la maxi inchiesta "Bazar": l'udienza preliminare nel vivo

Il gruppo di pusher avrebbe spacciato eroina a "fiumi" per le strade: diciotto gli imputati

Entra nel vivo l’udienza preliminare scaturita dalla maxi inchiest “Bazar” che avrebbe disarticolato un giro di droga che sarebbe stato allestito a Licata.

All’udienza precedente il gup Stefano Zammuto aveva stralciato dal fascicolo principale la posizione di Fuozi Ben Habit, 42 anni, originario della Tunisia ma per tanti anni residente a Licata, perché irreperibile da tempo. Per gli altri diciotto imputati, accusati di vendere eroina in grandi quantità per strada, a Licata, il procedimento è stato rinviato al 10 settembre per comunicare la scelta dei riti.

Si tratta di: Giampiero Arrostuto, 39 anni, di Canicattì; Rosario Consagra, 50 anni, di Licata; Emanuele Marchione, 54 anni, di Licata; Giuseppe Tinnirello, 30 anni, di Palermo; Antonio Montana, 46 anni, di Licata; Vincenzo Bugiada, 46 anni, di Licata; Diego Pelonero, 45 anni, di Licata;; Calogero Bonvissuto, 31 anni, di Licata; Vincenzo Cuttaia, 52 anni, di Licata; Antonino Caruso, 49 anni, di Licata; Melchiorre Salvatore Alabiso, 44 anni, di Licata; Salvatore Paraninfo, 30 anni, di Licata; Filippo De Caro, 45 anni, di Licata; Francesco Semprevivo, 46 anni, di Licata; Giuseppe De Caro, 38 anni, di Licata; Antonino Davanteri, 65 anni, di Licata; Giuseppe Gueli, 38 anni, di Licata e Santa Loredana Giorgio, 38 anni, di Canicattì.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento