Immigrazione ed infiltrazioni mafiose, Salvatore Vella ne parla a Saint-Vincent

Con il suo libro  “La forza del gruppo. L’etica come chiave del successo" chiude la rassegna letteraria

Il sostituto procuratore Salvatore Vella

Il sostituto procuratore di Agrigento, Salvatore Vella, con il suo libro  “La forza del gruppo. L’etica come chiave del successo”  - un volume scritto qualche anno fa da tre amici (assieme a Vella sono autori anche Mauro Baricca e Demetrio Pisani) - chiude la rassegna letteraria di "Saint-Vincent - Pagine Estive".

Il libro scritto dal magistrato e da due imprenditori parla di uomini, d’impresa, d’amicizia, di mafia, di coraggio, di crescita, di risultati, di legalità, di etica personale e professionale e delle difficoltà di chi si trova a confrontarsi con uomini e situazioni difficili tutti i giorni in azienda e in una Procura di frontiera. Un libro che parla delle grandi difficoltà affrontate quotidianamente, ma anche dei sogni da realizzare.

Si discuterà, durante la rassegna letteraria, anche di immigrazione ed infiltrazioni mafiose. Parteciperanno Chantal Certan e Luciano Caveri che dialogheranno con l’autore.

Mauro Baricca e Demetrio Pisani sono imprenditori e fondatori del Campus Casa Imbastita (Scicli – Sicilia) dove due anni fa in occasione di un convegno dal tema “Impresa, etica e mafia” conobbero Salvatore Vella, allora magistrato del Dda di Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento