Nessun ritardo nell'assegnazione degli alloggi popolari: consegnate 3 case in 8 mesi

Il sindaco Paolino Fantauzzo: "Non è vero che ci sono diverse famiglie che, da tempo, attendono un'adeguata sistemazione e che devono fare i conti con la lentezza della burocrazia"

L'ingresso del Comune di Grotte

Alloggi popolari assegnati in soli otto mesi. Un tempo da ritenersi perfettamente in media con le esigenze tecniche: predisposizione degli atti, conseguente pubblicazione e dunque iter dell'assegnazione. Non c'è stato, quindi, nessun ritardo per attribuire l'alloggio di piazzale Vinti. Anzi, nel frattempo, le case da assegnare sono diventate tre e tutte, adesso, hanno un legittimo proprietario. A chiarirlo è l'amministrazione comunale di Grotte, sindaco Paolino Fantauzzo in testa.

"Non è vero - precisa il sindaco di Grotte - che ci sono diverse famiglie che, da tempo, attendono un'adeguata sistemazione e che devono fare i conti con la lentezza della burocrazia perché in soli 8 mesi siamo riusciti ad assegnarli". 

Era il 12 ottobre 2016 quando veniva approvato il bando di concorso per l'assegnazione di un alloggio sito in piazzale Vinti. Il 22 febbraio di quest'anno, l'istituto autonomo case popolari di Agrigento trasmetteva al Comune di Grotte la relativa graduatoria con 4 ammessi. Graduatoria che è stata, ininterrottamente, fino al 6 aprile scorso, pubblicata, senza che sia arrivato alcun ricorso. E' pertanto divenuta definitiva il 17 maggio. Nel frattempo, si sono resi disponibili altri due alloggi, di cui uno in piazzale Vinti e l'altro in via Belgio. E visto che il bando iniziale prevedeva, tra l'altro, che: “i partecipanti potranno concorrere all'assegnazione degli alloggi di risulta che si rendessero disponibili nel periodo di efficacia della graduatoria (cioè tre anni) ....”, coerentemente con quanto stabilito dal bando, gli alloggi da assegnare sono risultati tre: due in piazzale Vinti e uno in via Belgio. Alloggi che sono stati, dunque, assegnati.

Sugli alloggi popolari di Grotte era stata anche presentata dall'opposizione un'interrogazione che è stata discussa durante il consiglio comunale dello scorso 7 agosto. Ed il consigliere Leonardo Cutaia, ossia il consigliere interrogante insieme a tutto il gruppo di opposizione “Grotte libera e solidale”, si è ritenuto soddisfatto della risposta  dell'amministrazione in carica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento