Di Rosa: "Ancora una volta è stato dimenticato Pasquale Di Lorenzo"

Oggi cade il 27esimo anniversario dell'uccisione dell'agente di polizia penitenziaria

"Ho atteso invano, ho voluto capire se qualcuno oltre a me si fosse ricordato dell'anniversario della morte di una vittima di mafia. Se fosse stato un magistrato o un componente di un qualunque altro ordine professionale o di corpo di polizia, sarebbe stato lo stesso?".

Così l'ex consigliere comunale Giuseppe Di Rosa interviene in merito al mancato ricordo della morte di Pasquale Di Lorenzo, ucciso dalla mafia il 14 ottobre del 1992 a Porto Empedocle come "messaggio" nella strategia di pressione dei Corleonesi. Non è la prima volta che il sacrificio dell'agente penitenziario (noto per essere particolarmente severo con i detenuti) non è stato ricordato da enti e istituzioni.

"Ancora un giorno triste - continua Di Rosa - forse lo abbiamo ricordato noi che abbiamo lavorato al suo fianco e ne abbiamo conosciuto le doti umane e professionali di vero uomo, marito e padre esemplare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento