Agrigento, "imbratta" per amore il molo di S.Leone: il padre ripulisce e si scusa

E'accaduto a San Leone: il giovane si era fatto anche immortalare con uno scatto in cui veniva ritratto al centro della corposa dedica, firmata con tanto di nome e cognome, a scanso di "equivoci". Ma forse non è proprio andata così

Foto di repertorio

Ha "imbrattato" il molo dell'Aster di San Leone "per amore". Il padre ripulisce poche ore dopo, con tanto di scuse alla collettività.

E' accaduto, secondo qualcun altro, sul molo di ponente del porticciolo turistico, ma il fatto non cambia: il giovane avrebbe immortalato la romanticheria con uno scatto in cui veniva ritratto al centro della corposa dedica, firmata con tanto di nome e cognome, a scanso di "equivoci" ed "errate attribuzioni" del gesto.

Ma forse non è andata proprio così. In realtà, leggendo la dedica, parrebbe di più che a scrivere sia stata la ragazza mettendo in questo modo "nero su bianco" la felicità per questo rapporto amoroso a seguito di una conoscenza avvenuta per "puro caso" e sbocciato da qualche mese. (Il "Sei mio" che precede il nome del ragazzo sembrerebbe porre il giovane più come destinatario che come esecutore del gesto).

Pronta in ogni caso la reazione del genitore del ragazzo che, probabilmente venuto a conoscenza del fatto da facebook dove era stata pubblicata la foto suscitando qualche commento sdegnato, ha provveduto a ripristinare lo stato dei luoghi postando, poi, tanto di scuse alla comunità.

Un atto di civiltà che, tutto sommato, dovrebbe rientrare nell'ordinario ma che nella Città dei templi viene archiviato come straordinario.

Ma se davvero si fosse trattato di una iniziativa al femminile, è quantomeno un gesto di cavalleria posto in essere con l'addossarsi le "colpe".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento