Concessione di un nulla osta dalla Sovrintendenza, condannati due tecnici

Secondo l'accusa Noto e La Corte, quest'ultimo quale consulente della parte privata, avrebbero indotto una persona che poi è deceduta, quale marito e di fatto procuratore della proprietaria dell'immobile, a consegnare a Noto 600 euro per un verbale inerente l'abuso edilizio posto in essere e comunque al fine di accelerare la pratica

Due tecnici, uno dei quali funzionario della Soprintendenza ai Beni Culturali di Agrigento, sono stati condannati dal tribunale di Sciacca per falso e per induzione indebita a dare o promettere utilità. Il tribunale - secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia - ha condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione Vincenzo Noto, di 60 anni, di Sciacca, il funzionario della Soprintendenza, ed a 2 anni e 6 mesi Michele La Corte, di 66 anni, di Montevago. Noto è difeso dall'avvocato Calogero Santangelo, mentre La Corte è assistito dall'avvocato Antonio Turturici.

La vicenda ruotava attorno a una pratica di concessione di un nulla osta, da parte della Soprintendenza, prodromico rispetto al rilascio, da parte del Comune di Caltabellotta, della concessione in sanatoria. Secondo l'accusa Noto e La Corte, quest'ultimo quale consulente della parte privata, avrebbero indotto, dopo avere effettuato un sopralluogo presso il fabbricato, una persona che poi è deceduta, quale marito e di fatto procuratore della proprietaria dell'immobile, a consegnare a Noto 600 euro per un verbale inerente l'abuso edilizio posto in essere e comunque al fine di accelerare la pratica di concessione del nulla osta da parte della Soprintendenza. L'ipotesi di falso contestata ai due riguardava, invece, due note della Soprintendenza aventi ad oggetto la richiesta di nulla osta in sanatoria del fabbricato, atti che sarebbero stati in parte falsi perché, secondo l'accusa, recanti le firme apocrife del dirigente dell'ufficio e del soprintendente. La vicenda si riferisce a un periodo a cavallo tra luglio del 2011 e gennaio del 2012. 
 

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Tipe da spiaggia: cosa mi metto?

I più letti della settimana

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • "Adesca ragazzina e tenta di avere un rapporto orale", la scatola nera dell'auto per smentire la vittima

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • Uccise il giudice Livatino, Pace torna a Palma con un permesso speciale

  • "Vieni a fare le pulizie a casa mia": 29enne minacciata di morte e stuprata, arrestato

  • "Nascondevano una pistola con matricola abrasa e cartucce", arrestati zio e nipote

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento