Caso Scala dei Turchi, i cittadini affollano l'assemblea aperta

La bozza d’accordo, dunque, prevede la cessione da parte del proprietario al Comune di Realmonte in cambio, per 70 anni, del 70 per cento dei diritti d’immagini sul brand “Scala dei turchi”

Quale destino per la Scala dei Turchi? A Realmonte un si è tenuta una assemblea cittadina voluta dal sindaco. Il faccia a faccia si è tenuto ieri. Il vero e proprio caso è scoppiato sulla bozza d’accordo tra pubblico e privato per la gestione dei diritti della scogliera dalla marna bianca. Secondo quanto fatto sapere dall’edizione odierna del Giornale di Sicilia, l’incontro tra i cittadini è stato voluto e ottenuto dal sindaco, Calogero Zicari. La bozza d’accordo, dunque, prevede la cessione da parte del proprietario al Comune di Realmonte in cambio, per 70 anni, del 70 per cento dei diritti d’immagini sul brand “Scala dei turchi”.

“È intendimento di questa amministrazione –ha detto Zicari - promuovere lo sviluppo locale auto sostenibile che passi anche attraverso la valorizzazione della Scala dei Turchi, con la regolamentazione dell'accesso al sito in modo da tutelarne l’integrità per le generazioni future. Occorre, dunque, averne il pieno titolo giuridico, che è rappresentato dal diritto di proprietà. Resto convinto che il Comune può e deve essere interprete di un processo virtuoso di tutela, valorizzazione e sviluppo della Scala dei Turchi.

“L’accordo – continua Zicari - permetterebbe di gestire il bene materiale della Scala dei Turchi, secondo un efficace progetto di gestione e tutela con risvolti economici e occupazionali. Ma si fa avanti solo se siamo tutti d’a cco rd o : cittadini, giunta, consiglio comunale”.  A bloccare il progetto potrebbe essere la Regione. Il Comune, secondo quanto fatto sapere l’assessore Cordaro, avrebbe difficoltà a gestire il sito. La vicenda è più che mai aperta, il “caso Scala dei Turchi” è pronto a tenere banco ancora per qualche tempo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento