Caso Cucchi, il nome del giudice Rosario Livatino usato come minaccia

Uno degli avvocati del vice brigadiere Francesco Tedesco ha depositato, in Procura, una denuncia

Fabio Anselmo, avvocato della famiglia Cucchi

Il nome del giudice canicattinese Rosario Livatino usato come minaccia. Minaccia di morte. Uno degli avvocati del vice brigadiere Francesco Tedesco ha depositato, in Procura, una denuncia per minacce di morte. Avrebbe ricevuto una telefonata, che potrebbe essere stata registrata, e una voce con accento siciliano avrebbe detto: "Lei sa chi mi ricorda? Rosario Livatino. La seguirò non solo spiritualmente".

Chi è Francesco Tedesco, il carabiniere che ha rivelato il pestaggio di Cucchi  

Dopo la confessione di Francesco Tedesco, il carabiniere che ha accusato altri due colleghi di aver massacrato di botte il geometra romano: Stefano Cucchi, ora gli inquirenti vogliono capire fino a che punto i vertici dell'Arma fossero a conoscenza del pestaggio (per ora ancora presunto) avvenuto nella stazione Casilina la notte tra il 15 e il 16 ottobre del 2009.

Stefano Cucchi, i nuovi sviluppi dell'inchiesta dopo le rivelazioni di Tedesco
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

  • Anziano si fa masturbare in strada: nuovo caso di atti osceni in luogo pubblico

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento