Maxi giro di usura a tassi da record, imputato ribalta tutto: "Sono stato raggirato, ho perso i risparmi di una vita"

Angelo Gloria, 57 anni, smentisce in aula l’ipotesi della Procura che ipotizza l’esistenza di una vera e propria associazione a delinquere finalizzata all’estorsione e all’usura che avrebbe fatto finire in ginocchio alcuni imprenditori

“Ho perso i risparmi di una vita, sono stato truffato. Gli ho dato 30mila euro per investirli e non ho visto più un centesimo. Quando sono andato a reclamare i soldi, ho trovato a casa il padre che mi ha cacciato”. Il canicattinese Angelo Gloria, 57 anni, smentisce in aula l’ipotesi della Procura che ipotizza l’esistenza di una vera e propria associazione a delinquere finalizzata all’estorsione e all’usura che avrebbe fatto finire in ginocchio alcuni imprenditori. Il processo scaturito dalla maxi operazione “Cappio”, in corso davanti ai giudici della prima sezione penale, presieduta da Alfonso Malato, è in dirittura di arrivo a distanza di sette anni dai rinvii a giudizio. 

Dieci gli imputati. Si tratta di: Giuseppe Lo Brutto, 57 anni; Angelo Gloria, 57 anni; Antonio Maira, 69 anni; Giuseppe Zucchetto, 45 anni; Calogero Liuzzi, 39 anni; Ivan Sciabbarrasi, 43 anni; Giuseppe Maira, 64 anni; Antonio Gianluca Canicattì, 35 anni; tutti di Canicattì, Angelo Valletta, 65 anni, di Enna e Giuseppe Liuzzi, 37 anni, di San Cataldo. 

I reati ipotizzati sono l’associazione a delinquere, l’usura aggravata, la minaccia e l’estorsione. Ieri, esaurita la lista dei testi del pubblico ministero Gloria Andreoli, è stata la volta dell’audizione degli imputati, difesi fra gli altri dagli avvocati Calogero Lo Giudice, Giovanni Salvaggio e Santo Lucia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gloria, in particolare, ha tirato in ballo uno dei principali accusatori del gruppo che, a sua volta, in passato è stato coinvolto in alcune indagini per truffa. “Sono io la sua vittima, mi ha truffato dei risparmi di una vita. Gli ho consegnato 30 mila euro, dopo tanti tentativi di recuperarli mi sono stati dati due assegni di 10mila euro che si sono rivelati essere scoperti”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento