"Ricettazione": deve scontare 20 giorni di domiciliari, arrestata 40enne

La donna è stata riconosciuta colpevole del reato commesso a Campobello di Licata nel 2010

Il commissariato di Canicattì

Deve scontare 20 giorni di reclusione, oltre al pagamento della pena pecuniaria di 400 euro. E' in esecuzione di un'ordinanza di carcerazione - emessa dalla Procura della Repubblica di Agrigento - che i poliziotti del commissariato di Canicattì, ieri, hanno arrestato una quarantenne.

La donna, condannata con sentenza definitiva, è stata riconosciuta colpevole del reato di ricettazione: fatto commesso a Campobello di Licata nel 2010. 

Dopo le formalità di rito, la quarantenne canicattinese è stata accompagnata nella sua abitazione per rimanere in regime di detenzione domiciliare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento