"Ricettazione": deve scontare 20 giorni di domiciliari, arrestata 40enne

La donna è stata riconosciuta colpevole del reato commesso a Campobello di Licata nel 2010

Il commissariato di Canicattì

Deve scontare 20 giorni di reclusione, oltre al pagamento della pena pecuniaria di 400 euro. E' in esecuzione di un'ordinanza di carcerazione - emessa dalla Procura della Repubblica di Agrigento - che i poliziotti del commissariato di Canicattì, ieri, hanno arrestato una quarantenne.

La donna, condannata con sentenza definitiva, è stata riconosciuta colpevole del reato di ricettazione: fatto commesso a Campobello di Licata nel 2010. 

Dopo le formalità di rito, la quarantenne canicattinese è stata accompagnata nella sua abitazione per rimanere in regime di detenzione domiciliare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento