"Furti su auto", c'è la pena definitiva: arrestato un trentaseienne

I poliziotti della sezione Anticrimine del commissariato di Canicattì hanno eseguito l'ordinanza emessa dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte d'appello di Palermo

Deve scontare la pena detentiva di un anno di reclusione e pagare una pena pecuniaria: una multa di 260 euro perché riconosciuto colpevole, con sentenza definitiva, di furti aggravati su autovetture. Fatti commessi a Canicattì nel maggio del 2014. E' in esecuzione di un'ordinanza emessa dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte d'appello di Palermo che i poliziotti della sezione Anticrimine del commissariato di Canicattì hanno arrestato il canicattinese Diego Cutaia, 36 anni.

L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato portato alla casa circondariale "Pasquale di Lorenzo" di Agrigento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento