Cani, torna l'incubo avvelenamenti: occhi puntati su un'esca "sospetta"

E' stata ritrovata accanto ad una carcassa: la paura degli animalisti è che si sia tornati ad uccidere

(foto ARCHIVIO)

A Sciacca torna l'ombra degli avvelenamenti a danno dai cani randagi. Lo racconta l'edizione odierna del Giornale di Sicilia.Nei giorni scorsi, infatti, sarebbe stata ritrovata una nuova carcassa nei pressi della quale sarebbe stata individuata un'esca sospetta che è oggi al vaglio dell'Istituto zooprofilattico di Palermo che dovrà verificare la presenza di veleni.

Intanto nella galassia animalista si è diffuso l'allarme per una nuova recludescenza del fenomeno che nel recentissimo passato ha portato alla morte di decine di cani.

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Specchio, specchio delle mie brame

  • Il caffè è buono e fa bene

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • Mafia e massoneria deviata, scatta un altro arresto e un obbligo di presentazione alla Pg

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento