Cani, torna l'incubo avvelenamenti: occhi puntati su un'esca "sospetta"

E' stata ritrovata accanto ad una carcassa: la paura degli animalisti è che si sia tornati ad uccidere

(foto ARCHIVIO)

A Sciacca torna l'ombra degli avvelenamenti a danno dai cani randagi. Lo racconta l'edizione odierna del Giornale di Sicilia.Nei giorni scorsi, infatti, sarebbe stata ritrovata una nuova carcassa nei pressi della quale sarebbe stata individuata un'esca sospetta che è oggi al vaglio dell'Istituto zooprofilattico di Palermo che dovrà verificare la presenza di veleni.

Intanto nella galassia animalista si è diffuso l'allarme per una nuova recludescenza del fenomeno che nel recentissimo passato ha portato alla morte di decine di cani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento