Multe alle auto estere, il Comune tenta il recupero dei crediti inesigibili

Il servizio di gestione in outsourcing di notifica delle sanzioni amministrative è stato affidato alla società Nivi Credit Srl di Firenze

(foto ARCHIVIO)

Troppe multe elevate, per violazioni al codice della strada, ad autovetture con targa estera. Sanzioni amministrative che si trasformano in crediti per l'amministrazione comunale. Crediti che però, molto spesso, è difficile, se non quasi impossibile, esigere specie quando il trasgressore, obbligato in solido, risulti essere residente all'estero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Agrigento ha, per l’ennesima volta, deciso di correre ai ripari e di affidare il servizio di gestione in outsourcing di notifica delle sanzioni amministrative per la durata di 24 mesi. Se ne occuperà la società Nivi Credit Srl di Firenze. La spesa complessiva che è stata già impegnata ammonta a 39 mila euro, Iva inclusa. Il servizio di notifica delle sanzioni amministrative, per violazioni al codice della strada, e recupero dei crediti per le violazioni elevate dalla polizia locale a carico di mezzi con targa estera permetterà dunque di incassare, veramente, quei crediti che spesso il Municipio ha ritenuto essere inesigibili. Dal momento in cui partirà il servizio, anche gli stranieri che violano il codice della strada ad Agrigento vedranno recapitarsi a casa, in qualunque Stato vivano, le contravvenzioni della polizia municipale, partendo da quelle più "inflazionate" del posteggio in aree con strisce blu senza il necessario ticket e del parcheggio in aree con divieto di sosta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento