"Morì dopo errati trattamenti medico chirurgici", chiesto risarcimento da 600 mila euro

La prima udienza in tribunale si terrà giorno 6 e l'Asp ha già deciso di affidare l'incarico di difesa e rappresentanza dell'ente ad un avvocato esterno    

(foto ARCHIVIO)

Errati trattamenti medico-sanitari-chirurgici. E' adducendo questo che una donna e il proprio figlio minorenne hanno chiesto, davanti al tribunale di Trapani, 600 mila euro di risarcimento danni all'azienda sanitaria provinciale di Agrigento. Danno consequenziale, appunto, ai ritenuti errati trattamenti medico-sanitari-chirurgici a cui l'uomo (marito e padre) è stato sottoposto durante il suo ricovero - a partire dal 4 marzo del 2013 - prima all'ospedale Sant'Antonio Abate dell'Asp di Trapani e, poi, dal 14 aprile dello stesso anno, all'unità operativa di Nefrologia e di Urologia di Sciacca, dopo un breve trasferimento alla fondazione Maugeri, all'unità operativa di Neuroriabilitazione. Era il 3 settembre del 2013 quando l'uomo moriva. 

"Cure errate per una frattura al femore", chiesti oltre 600mila euro di risarcimento

Le due Asp - sia quella di Trapani che quella di Agrigento - sono state citate davanti al tribunale affinché venga "accertata e dichiarata la responsabilità solidale, per fatto e colpa, del personale sanitario nella causazione dell'evento morte". Per l'Asp di Agrigento non sono emersi elementi di responsabilità per negligenza e imperizia. L'azienda sanitaria provinciale ha, dunque, deciso di costituirsi in giudizio per sostenere la correttezza dell'operato e per chiedere il rigetto dell'istanza avanzata dagli eredi dell'uomo che è venuto a mancare. L'udienza si terrà giorno 6 e l'Asp - con il commissario straordinario Giulio Giorgio Santonocito - ha già deciso di affidare l'incarico di difesa e rappresentanza dell'ente ad un avvocato esterno.

"Bucato l'intestino di una paziente", chiesti oltre 270mila euro di risarcimento 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

  • Un empedoclino a "Uomini e Donne", Giovanni alla "corte" di Gemma

  • Sorveglianza speciale e maxi sequestro del "tesoro" del "re" dei supermercati: ecco tutti i dettagli

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento