"Siete le prostitute del diavolo", coppia denuncia aggressione omofoba

"Odio gay e lesbiche... ". Questa una delle frasi rivolte a due ragazze da un uomo sessantenne. I fatti sarebbero avvenuti domenica scorsa, presentata denuncia ai carabinieri di Villaseta

"Odio gay e lesbiche... siete le prostitute del diavolo... Dio vi odia". Sarebbero queste alcune delle frasi rivolte nei confronti di due ragazze agrigentine da un uomo sessantenne.

L'aggressione omofoba, sia fisica che verbale, sarebbe avvenuta lo scorso 30 giugno in una grande struttura di vendita di Villaseta. Le due giovani fidanzate, a quanto raccontano, stavano prendendo un gelato al bar quando appunto è apparso un sessantenne che teneva per mano due bambini. Dopo averle fissate per qualche minuto ha iniziato ad urlare insulti e maledizioni, arrivando, raccontano le ragazze ai carabinieri, anche a dare uno schiaffo ad una di loro. Ad intervenire in loro soccorso sono arrivate alcune persone presenti e l'aggressore si sarebbe rapidamente dileguato senza lasciare traccia.

"La gente che ha assistito all’accaduto - racconta una delle ragazze ad Agrigentonotizie.it - mi ha spinta, sotto shock e in presa al panico, a denunciare l’accaduto, e adesso, vi scrivo perché questo fatto non resti impunito. Ci troviamo nel mese del Pride, dell’accettazione e dell’uguaglianza, ed è impensabile che nel 2019 accadano casi del genere, che nella quiete di due ragazze di 19 e 23 anni, intervenga un tale energumeno e si possa minimamente sentire in diritto di attaccare due persone che non stanno recando nessun fastidio".

Ad indagare sull'accaduto sono i carabinieri della stazione di Villaseta.

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento