Trinacria selvaggia

Trinacria selvaggia

Il simbolismo della montagna e del castello

La fortezza di Gibellini, a Racalmuto, è stata edificata a 720 metri di altezza sul livello del mare

Il castello di Gibellini (foto: Antonio Vanadia)

Il mirabile e suggestivo castello di Gibellini, sito nei pressi di Racalmuto, realizzato su  un'altura a 720 metri sul livello del mare, offre spunti di riflessione sul ''simbolismo della montagna e del castello''.

Tutte le culture dell'umanità hanno nelle montagne e nelle costruzioni realizzate in cima alle stesse delle sorprendenti convergenze interpretative, c'è un comune sentire fra diverse civiltà, in epoche diverse e in luoghi fra loro lontani. La montagna congiunge il cielo alla terra, la volta celeste significa trascendenza e immortalità, il cielo è un regolatore cosmico. Sulla montagna Dio ha fatto sentire la sua voce. Zeus e gli dei greci vivevano in una reggia posta sul Monte Olimpo; in vetta al Monte Sinai Mosè ricevette da Dio le tavole della Legge; Gesù, troviamo anche Lui sulle cime di montagne, ricordo il Monte degli ulivi e il ''Discorso della Montagna''.

Trovarsi in alto significa essere potenti e saturi di sacralità. Il ''castello'', costruzione fortificata, imponente e misteriosa, un luogo chiuso la cui soglia può essere varcata da pochi, il resto del mondo è tagliato fuori, quasi un ricovero, un eremo per iniziati. Il ''castello'', come ''il labirinto'', è una difesa di qualcosa che è prezioso e sacro, è la difesa contro il male che è rappresentato dall'intruso, da colui che viola il sacro, il ''castello'' come  cerniera fra il cielo e la terra.

Come ogni castello che si rispetti anche il maniero di Gibellini ha la sua leggenda, si narra e si tramanda da generazioni che talvolta durante la notte si possono udire rumori di battaglia, il ferro delle spade che si incrocia, sono le schermaglie e i drammatici scontri fra cristiani e musulmani occorsi proprio attorno alle mura del castello verso la fine dell' 877. Vi invito a visitare questo castello posto in una posizione incantevole dalla quale si può godere di un panorama vastissimo che va dall'Etna alle alture del ragusano.

Trinacria selvaggia

Divulgatore naturalistico, produttore di documentari video e fotografici. Un impegno quarantennale nel campo della salvaguardia degli habitat e delle specie minacciate d'estinzione in provincia di Agrigento. Attraverso le sue immagini e le sue descrizioni ci guiderà all'interno delle contrade più incontaminate della nostra terra e non solo.



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Torna su
    AgrigentoNotizie è in caricamento