Videosorveglianza, corsa contro il tempo per sistemare l'impianto a presidio della Ztl

Acquistate due nuove telecamere – da collocare sul viale Della Vittoria – con una panoramica di circa 400 metri ciascuna, e altri "occhi" per il comando della polizia municipale

Parabole per garantire la video sorveglianza di San Leone, l’acquisto di due nuove telecamere – da collocare sul viale Della Vittoria – con una panoramica di circa 400 metri ciascuna, la collocazione di nuovi impianti a presidio del comando della polizia municipale e lavori – manutenzione non più prorogabile – per fare ripartire la telecamera posta all’ingresso della via Atenea: quella che tiene d’occhio la Ztl.

E’ il momento del ripristino, messa in sicurezza e fornitura di nuove telecamere. E’ il momento, per il Comune di Agrigento, si sistemare - e laddove possibile svecchiare - gli impianti di video sorveglianza esistenti. Sono complessivamente 75 le telecamere collocate in tutto il territorio cittadino. Di queste, ieri, ne risultavano funzionati – secondo quanto riferito dal comandante della polizia municipale Gaetano Di Giovanni – una cinquantina.

Fra gli impianti in blackout anche quello posizionato all’ingresso della via Atenea: quello che ha consentito di elevare centinaia e centinaia di contravvenzioni per il mancato rispetto della zona a traffico limitato. “Il nodo di connessione dell’impianto di video sorveglianza della Ztl si trova in un tombino dell’illuminazione pubblica – hanno scritto dall’ufficio Logistica della polizia locale – ed è soggetto a infiltrazioni d’acqua e a fenomeni di condensazione”. Occorre spostare questo “nodo” dalla posizione sotterranea per evitare che vada in cortocircuito.

Affidati anche i lavori per la riparazione e ricalibrazione della telecamera Ztl di via Atenea e la spesa, in questo caso, sarà di 3.660 euro. A Villa Bonfiglio, al viale Della Vittoria, gli interventi di ripristino e messa in sicurezza sono stati già effettuati – ha garantito il comandante della polizia municipale - . Perché anche in questo caso l’impianto di video sorveglianza funzionava male.

“Per Villa Bonfiglio – ha spiegato Di Giovanni – abbiamo comprato e sono state sostituite due telecamere. Queste sono ‘intelligenti’, ossia si mettono in funzione quando captano i movimenti”. Si tratta di telecamere che però non sono ad infrarossi. Telecamere che “guardano” però anche sul Viale. La spesa per i lavori alla video sorveglianza di Villa Bonfiglio è stata di 4.636 euro.

Già effettuato inoltre l’impegno dei fondi per la fornitura, la sistemazione e l’installazione di telecamere e accessori a presidio dello stabile che ospita il comando della polizia municipale. Uno stabile che si trova in una zona periferica, lontana dalle abitazioni e con una scarsa illuminazione interna ed esterna – scrivono nel provvedimento per l’impegno dei soldi - . Valutato il rischio di atti vandalici, il Comune ha deciso di impegnare l’importo di 20 mila euro per dotare l’immobile di un impianto efficiente e autonomo. Infine per due parabole che serviranno a svecchiare quelle di San Leone sono stati impegnati 1.464 euro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento