Lunedì, 18 Ottobre 2021
/~shared/avatars/61232435345829/avatar_1.img

Antonio

Rank 0.0 punti

Iscritto lunedì, 7 aprile 2014

Piccole vele del Pelago

"Caro estimatore,ti ringrazio per le belle parole ,devi sapere che però il sottoscritto è stato sempre anche ''altro'' sin dai tempi del ginnasio e questo ''altro'' è costituito da un humus politico inviso a un bel po di persone.Antonio Vanadia va preso ''full optional''...."

2 commenti

Riserve a perdere

"Egregio signore,
Il WWF è stato fondato per conservare e tutelare il patrimonio naturale e la diversità genetica in ogni angolo del pianeta e per educare al rispetto e all'amore per il Creato,è questo il suo compito e la sua missione.
All'interno di un parco,di una riserva e di un sito protetto debbono operare SOLTANTO quei soggetti che hanno a cuore NON gli interessi dei privati o di logiche mercantilistiche ma la tutela senza SE e MA del patrimonio naturale.
Quanti sindaci ,assessori e consiglieri comunali sono stati inquisiti e arrestati nei decenni di storia repubblicana? Mi citi un solo nome ,uno solo,di conservazionista o di naturalista arrestato.....
L'attuale direttore della riserva di Torre Salsa è l'unico dirigente siciliano in possesso di un master in ''pianificazione e gestione delle riserve naturali'' ottenuto dopo un anno di corso presso l'Università di Camerino,lo stesso ha diretto per 7 anni la riserva di Capo Rama e per altri 7 la riserva delle Saline di Trapani.C'è poi un altro ambientalista che certe volte pecca nella forma tracimando e sovraccaricando....ma ha meriti anche lui indiscussi : quello di battersi ,da solo,per la salvaguardia di Punta Bianca e della Scala dei Turchi e di contrastare in maniera infaticabile gli inquinatori del nostro mare.Il suo ruolo nella vicenda di Torre Salsa è stato salutare per far svegliare l'ambientalismo doc che sembrava narcotizzato.Vede Pasquale,(anche lei dimentico del proprio cognome),il compito della Politica non è quello di sollevare e cavalcare onde di malcontento nella gente ma di educare la stessa e di proporre soluzioni alternative .Riserve e parchi nazionali sono volani per lo sviluppo ma non si può intaccare il capitale natura occorre vivere dei soli interessi dello stesso.Su questa vicenda in questo momento si spacciano menzogne numerose come coriandoli a carnevale,una di queste è quella che il WWF ha creato problemi ai contadini ! Basta fare un giro all'interno per sbugiardare ogni mistificazione:vigneti,oliveti e aree a cereali tutte regolarmente coltivate e in ordine.I bilanci sono atti pubblici ,può andare in assessorato e consultare ciò che le pare.Gestire la riserva di Torre Salsa con una cronica mancanza di fondi che negli ultimi tempi è divenuta gravissima è impresa non da poco,ma è specialmente impresa titanica e frustrante affrontare senza alcuno strumento torme di teppisti e balordi che ,specialmente in estate ,imperversano nell'area.
Luoghi come la Valle dei Templi di Agrigento e la Riserva di Torre Salsa non appartengono agli agrigentini,ai siculianesi e ai montallegresi...appartengono all'intera comunità mondiale."

2 commenti

Torre Salsa... Ambientalisti o pecore pazze?

"La costruzione stessa del resort modificherà il paesaggio....è a soli 450 metri dal mare ! Si stenderà per ettari in una zona protetta direttamente attigua alla riserva naturale,si paventa la possibilità di una struttura di complemento anche in spiaggia e l'uso esclusivo della stessa da parte degli ospiti.Stiamo scherzando ?Magari ! E poi la costruzione di un impianto di tali dimensioni lascia una considerevole impronta ambientale,hai pensato al consumo d'acqua? Alla terra di riporto ? Ai reflui ? Francesco ,la costa agrigentina si stende da Licata a Menfi per 120 chilometri ,ebbene oltre 90 sono stati massacrati sotto una coltre di cemento e asfalto ,i rimanenti 30 sono divisi in due categorie la prima caratterizzata da scampoli tra loro distaccati di poche centinaia di metri o al massimo 1 chilometro e poi Torre Salsa .... non abbiamo altro...."

8 commenti

Torre Salsa... Ambientalisti o pecore pazze?

"I partiti politici tutti sorprendentemente uguali,tutti uniti ,allo stesso modo dei sindacati,nello sgomitare per cercare questo o quell'altro consenso senza curarsi di morale,cultura e patrimonio naturale.Le mie non sono minacce,io non sono un mestatore, sono esclusivamente un attento osservatore,il bacino di utenza della riserva è costituito anche da una molteplicità di soggetti ascrivibili a formazioni identitarie di estrema destra e sinistra (soltanto nel fondamentalismo vi è purezza d'intenti) e poi essenzialmente da ecologisti e da inguaribili romantici...ti assicuro che non sono quattro gatti e ti posso altrettanto garantire che tutte queste persone si incazzeranno molto se venisse chiusa al transito e alla balneazione un tratto di spiaggia per farne esclusivo dono ai ricchi fruitori del resort.Ciò posto l'ipotetico e blasfemo insediamento di strutture in spiaggia a complemento del resort sarà osteggiato in ogni modo.Rilanciare l'economia locale si può e si deve ma non è questo il modo,censire tutte le case e i casolari di campagna abbandonati,restaurarli con fondi europei,costituire una rete di B&B e case vacanza,cooperative agricole dove i ragazzi coltivano,allevano e vendono i prodotti bio ai turisti.....Cosi' si muove l'economia ,senza intaccare la risorsa primaria.Questo resort è una porcata ,il WWF e LEGAMBIENTE a riguardo hanno responsabilità gravissime,potevano fermare il progetto e si sono rifiutati di farlo venendo meno al loro dovere.Io ho viaggiato tanto per decenni visitando parchi e riserve naturali in tutto il pianeta ,ebbene disgraziate anomalie di questo tipo non si registrano in alcun luogo.....In nessun angolo della terra esiste un caso del genere :un resort di decine di ettari che insiste su un area protetta direttamente confinante con una riserva naturale e con la reale possibilità che sia realizzata una dependance in spiaggia.... solo nella nazione di Pulcinella questo può accadere."

8 commenti

Torre Salsa... Ambientalisti o pecore pazze?

"Francesco ,occupare in nome del ''dio denaro'' un sito naturale,o una parte di esso ,che appartiene all'intera umanità è un atto odioso di violenza prevaricatrice.Le multinazionali ,i cartelli bancari,il liberismo hanno assassinato le speranze e il futuro di milioni di generazioni in tutto il pianeta,tutto è indirizzato soltanto al guadagno,la furia devastatrice del capitalismo non conosce sosta e confini.Gli effetti distruttivi del liberismo e del capitalismo sono principalmente i seguenti:ingiustizia sociale,sfruttamento,disuguaglianza,degrado degli ecosistemi,perdita della diversità genetica.Ciò posto,la riserva di Torre Salsa rimane e rimarrà nella piena disponibilità del popolo,deve assolutamente essere fruibile sempre e comunque a tutti senza limiti di alcun genere eccezion fatta ,mi pare chiaro,per quelli che deturpano e degradano la natura.Il litorale di Torre Salsa non può essere blindato,occupato,privatizzato tutti i visitatori debbono essere liberi di percorrerlo e di soffermarsi a piacimento in ogni angolo.Francesco,si tratta anche di ''gestalt'',di essere capaci di percepire l'armonia della natura ,di entrare in sintonia con la Creazione,questi sono carismi che non tutti possiedono.I miseri,i miserandi e i miserabili che al posto del cuore hanno il portafoglio queste armonie non le possono percepire.Ripeto nuovamente,la privatizzazione e l'occupazione di una parte del litorale della riserva con strutture atte ad ospitare iniziative e consuetudini frivole e borghesi sarà ritenuto un atto di guerra ,un affronto alla Creazione e al popolo."

8 commenti

Piccole vele del Pelago

"Caro estimatore,ti ringrazio per le belle parole ,devi sapere che però il sottoscritto è stato sempre anche ''altro'' sin dai tempi del ginnasio e questo ''altro'' è costituito da un humus politico inviso a un bel po di persone.Antonio Vanadia va preso ''full optional''...."

2 commenti

Riserve a perdere

"Egregio signore,
Il WWF è stato fondato per conservare e tutelare il patrimonio naturale e la diversità genetica in ogni angolo del pianeta e per educare al rispetto e all'amore per il Creato,è questo il suo compito e la sua missione.
All'interno di un parco,di una riserva e di un sito protetto debbono operare SOLTANTO quei soggetti che hanno a cuore NON gli interessi dei privati o di logiche mercantilistiche ma la tutela senza SE e MA del patrimonio naturale.
Quanti sindaci ,assessori e consiglieri comunali sono stati inquisiti e arrestati nei decenni di storia repubblicana? Mi citi un solo nome ,uno solo,di conservazionista o di naturalista arrestato.....
L'attuale direttore della riserva di Torre Salsa è l'unico dirigente siciliano in possesso di un master in ''pianificazione e gestione delle riserve naturali'' ottenuto dopo un anno di corso presso l'Università di Camerino,lo stesso ha diretto per 7 anni la riserva di Capo Rama e per altri 7 la riserva delle Saline di Trapani.C'è poi un altro ambientalista che certe volte pecca nella forma tracimando e sovraccaricando....ma ha meriti anche lui indiscussi : quello di battersi ,da solo,per la salvaguardia di Punta Bianca e della Scala dei Turchi e di contrastare in maniera infaticabile gli inquinatori del nostro mare.Il suo ruolo nella vicenda di Torre Salsa è stato salutare per far svegliare l'ambientalismo doc che sembrava narcotizzato.Vede Pasquale,(anche lei dimentico del proprio cognome),il compito della Politica non è quello di sollevare e cavalcare onde di malcontento nella gente ma di educare la stessa e di proporre soluzioni alternative .Riserve e parchi nazionali sono volani per lo sviluppo ma non si può intaccare il capitale natura occorre vivere dei soli interessi dello stesso.Su questa vicenda in questo momento si spacciano menzogne numerose come coriandoli a carnevale,una di queste è quella che il WWF ha creato problemi ai contadini ! Basta fare un giro all'interno per sbugiardare ogni mistificazione:vigneti,oliveti e aree a cereali tutte regolarmente coltivate e in ordine.I bilanci sono atti pubblici ,può andare in assessorato e consultare ciò che le pare.Gestire la riserva di Torre Salsa con una cronica mancanza di fondi che negli ultimi tempi è divenuta gravissima è impresa non da poco,ma è specialmente impresa titanica e frustrante affrontare senza alcuno strumento torme di teppisti e balordi che ,specialmente in estate ,imperversano nell'area.
Luoghi come la Valle dei Templi di Agrigento e la Riserva di Torre Salsa non appartengono agli agrigentini,ai siculianesi e ai montallegresi...appartengono all'intera comunità mondiale."

2 commenti

Torre Salsa... Ambientalisti o pecore pazze?

"La costruzione stessa del resort modificherà il paesaggio....è a soli 450 metri dal mare ! Si stenderà per ettari in una zona protetta direttamente attigua alla riserva naturale,si paventa la possibilità di una struttura di complemento anche in spiaggia e l'uso esclusivo della stessa da parte degli ospiti.Stiamo scherzando ?Magari ! E poi la costruzione di un impianto di tali dimensioni lascia una considerevole impronta ambientale,hai pensato al consumo d'acqua? Alla terra di riporto ? Ai reflui ? Francesco ,la costa agrigentina si stende da Licata a Menfi per 120 chilometri ,ebbene oltre 90 sono stati massacrati sotto una coltre di cemento e asfalto ,i rimanenti 30 sono divisi in due categorie la prima caratterizzata da scampoli tra loro distaccati di poche centinaia di metri o al massimo 1 chilometro e poi Torre Salsa .... non abbiamo altro...."

8 commenti

Torre Salsa... Ambientalisti o pecore pazze?

"I partiti politici tutti sorprendentemente uguali,tutti uniti ,allo stesso modo dei sindacati,nello sgomitare per cercare questo o quell'altro consenso senza curarsi di morale,cultura e patrimonio naturale.Le mie non sono minacce,io non sono un mestatore, sono esclusivamente un attento osservatore,il bacino di utenza della riserva è costituito anche da una molteplicità di soggetti ascrivibili a formazioni identitarie di estrema destra e sinistra (soltanto nel fondamentalismo vi è purezza d'intenti) e poi essenzialmente da ecologisti e da inguaribili romantici...ti assicuro che non sono quattro gatti e ti posso altrettanto garantire che tutte queste persone si incazzeranno molto se venisse chiusa al transito e alla balneazione un tratto di spiaggia per farne esclusivo dono ai ricchi fruitori del resort.Ciò posto l'ipotetico e blasfemo insediamento di strutture in spiaggia a complemento del resort sarà osteggiato in ogni modo.Rilanciare l'economia locale si può e si deve ma non è questo il modo,censire tutte le case e i casolari di campagna abbandonati,restaurarli con fondi europei,costituire una rete di B&B e case vacanza,cooperative agricole dove i ragazzi coltivano,allevano e vendono i prodotti bio ai turisti.....Cosi' si muove l'economia ,senza intaccare la risorsa primaria.Questo resort è una porcata ,il WWF e LEGAMBIENTE a riguardo hanno responsabilità gravissime,potevano fermare il progetto e si sono rifiutati di farlo venendo meno al loro dovere.Io ho viaggiato tanto per decenni visitando parchi e riserve naturali in tutto il pianeta ,ebbene disgraziate anomalie di questo tipo non si registrano in alcun luogo.....In nessun angolo della terra esiste un caso del genere :un resort di decine di ettari che insiste su un area protetta direttamente confinante con una riserva naturale e con la reale possibilità che sia realizzata una dependance in spiaggia.... solo nella nazione di Pulcinella questo può accadere."

8 commenti

Torre Salsa... Ambientalisti o pecore pazze?

"Francesco ,occupare in nome del ''dio denaro'' un sito naturale,o una parte di esso ,che appartiene all'intera umanità è un atto odioso di violenza prevaricatrice.Le multinazionali ,i cartelli bancari,il liberismo hanno assassinato le speranze e il futuro di milioni di generazioni in tutto il pianeta,tutto è indirizzato soltanto al guadagno,la furia devastatrice del capitalismo non conosce sosta e confini.Gli effetti distruttivi del liberismo e del capitalismo sono principalmente i seguenti:ingiustizia sociale,sfruttamento,disuguaglianza,degrado degli ecosistemi,perdita della diversità genetica.Ciò posto,la riserva di Torre Salsa rimane e rimarrà nella piena disponibilità del popolo,deve assolutamente essere fruibile sempre e comunque a tutti senza limiti di alcun genere eccezion fatta ,mi pare chiaro,per quelli che deturpano e degradano la natura.Il litorale di Torre Salsa non può essere blindato,occupato,privatizzato tutti i visitatori debbono essere liberi di percorrerlo e di soffermarsi a piacimento in ogni angolo.Francesco,si tratta anche di ''gestalt'',di essere capaci di percepire l'armonia della natura ,di entrare in sintonia con la Creazione,questi sono carismi che non tutti possiedono.I miseri,i miserandi e i miserabili che al posto del cuore hanno il portafoglio queste armonie non le possono percepire.Ripeto nuovamente,la privatizzazione e l'occupazione di una parte del litorale della riserva con strutture atte ad ospitare iniziative e consuetudini frivole e borghesi sarà ritenuto un atto di guerra ,un affronto alla Creazione e al popolo."

8 commenti
AgrigentoNotizie è in caricamento