Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

Il mondo alla rovescia

L’unico criterio possibile era quello delle sentenze  passate in giudicato. E’ l’unico criterio oggettivo, l’unico sistema per non sconfinare nell’arbitrio. E’ del tutto evidente che poi, purtroppo, chi è “ricco” ha combattuto più a lungo la battaglia legale e che dunque le sentenze siano più recenti

Dunque ste benedette demolizioni vanno avanti. Non ci sono state – come qualcuno aveva sperato – sommosse popolari e gli abusivi non solo non sono scesi in piazza (come era successo nel 2001 con alla testa l’allora vescovo Ferraro) ma addirittura sono loro stessi a demolire l’abuso. Eviteranno l’addebito delle spese di abbattimento e ci fanno pure una gran bella figura. A questa gente va la solidarietà umana di tutti noi: hanno sbagliato e ne stanno pagando le conseguenze. 

Ma è un mondo alla rovescia perché parte di Agrigento – minoritaria, ma rumorosa – grida  all’ingiustizia sollevando banalmente la questione dei muretti che vanno giù e dei palazzi che restano su. 

L’unico criterio possibile era quello delle sentenze  passate in giudicato. E’ l’unico criterio oggettivo, l’unico sistema per non sconfinare nell’arbitrio. E’ del tutto evidente che poi, purtroppo, chi è “ricco” ha combattuto più a lungo la battaglia legale e che dunque le sentenze siano più recenti. Ma la falla è stata aperta e da ora in avanti nulla sarà più come prima. La Procura di Agrigento si è mossa ed ha sollecitato con le buone e con le cattive gli uffici di Comune, Soprintendenza e Parco a far rispettare la legalità. Lo scandalo ci sarebbe, da ora in avanti, se non fossero demoliti anche gli altri abusi su cui grava una sentenza passata in giudicato. Questo sì che sarebbe un inaccettabile arbitrio.

Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Angela
    Angela

    Vergogna questa si che è una ingiustizia sociale! Dalla Collina dei Templi vedrete i terreni incolti ed abbandonati della Soprintendenza e quelli a verde di proprietà degli abusivi.Un esempio lampante di come ci si prende cura da sempre bel bene pubblico, faranno la stessa fine "steppaglia". La considerazione infelice di alcuni politici che anche in passato hanno rivestito ruoli decisionali anche di Presidente della Regione, che oramai la politica nulla può, che responsabilità hanno loro e i funzionari che vigilavano affinché l'abusivismo fosse solo un tentativo fallito. Se avessero abbattuto le prime due opere sul nascere nessuno mai avrebbe pensato di investire i propri risparmi di una vita in macerie! Condannate anche loro che non hanno fatto il proprio dovere! Cari Onorevoli se mettiamo a confronto la Città di Agrigento con quella di 50 anno fa la situazione attuale e ben peggiore è Voi stavate seduti sul trono del Potere.Cio' significa che anche voi avete fallito. Abbiate almeno la compiacenza di fare silenzio!

  • Avatar anonimo di Anna
    Anna

    VIDEO | Ovile demolito in via Poggio Muscello: "Qui tutte le case sono abusive" Nonno'! Parole Sante non potevi dire cose più giuste! Ascutati ascutati genti bona e genti tinta.... come al solito invece di mettere mano ai vertici apicali nella sala dei bottoni, bacchettano la povera gente che nell'illegalita' GLOBALE costruisce oltre la distesa e la vallata oltre i due fiumi qualche muretto, degli ovili tipici oramai rari della Sicilia di un tempk per le proprie greggi, case di povera e modesta entità, ma quali ville, tranquilli se ci fossero non le abbatterebbero perché dell'onorevole e prestigioso di turno! Che cominciassero dai palazzoni del Viale Della Vittoria con un crostone pericolante a ridosso della passeggiata cittadina, anche questa detta zona con dei seri vincoli, mettete mano al resto della Città costruita sul corso delle acque, sui palazzoni di 12 piani circa di via Porta di Mare costruiti sui ruderi romani, demolite il molo di Porto Empedocle costruito in parte con i manufatti dorici! Quelle case abusive di un piano terra, poche con primo piano, piccole e modeste, sono state costruite lontano da ogni manufatto archeologico ne sopra ne sotto. Ci si mette pure il psicologo di turno.... ah ah ah ... sono trascorsi almeno trentanni e gli "abusivi" se sono ancora in vita, oggi hanno la Sua età Caro Nonno' e hanno acquisito la saggezza che manca al psicologo di turno, saggezza che si legge tra quelle Sue parole. I figli invece lottano x avere una casa popolare che non avranno mai chissà perché, a meno che decidano di fare gli abusivi, ma i più sono all'estero e lottano per la sopravvivenza, mentre in Italia non si pagano gli stipendi a chi lavora regolarmente, si licenzia, mentre la disperazione negli occhi dei nostri giovani trentenni laureati e disoccupati li fa sentire inutili, mentre i delinquenti proliferano incontrollati, senza trascurare i Vip della politica che arrotondato con gli straordinari virtuali, ed io ogni qualvolta cerco un posto macchina, mi vota u stomaco chissà perché? Per non parlare della privatizzazione dei servizi, che vanno resi pubblici per esempio l'Acqua, pure la passeggiata ai Templi ..... euro 20 a Pers x un anno, ma sapete quante cose si possono fare con 20 euro, tipo comprare un volo last minute di sola andata per un mondo migliore di legalità uguale per tutti. P.s . E poi fanno pure la fiere del caciocavallo, i festival dei soliti ..... un Caro ed affettuoso abbraccio al Grande e Saggio Nonno'."

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento